Dalla rete passa tutto, anche le richieste per dei prestiti. Le compagnie lo sanno e hanno disposto uno stock di opportunità da considerare.

Prestito
Foto © AdpbeStock

Un sistema più veloce, anche se non meno pertinente. Quella dei prestiti online è una pratica sempre più utilizzata, probabilmente perché più immediati e privi di tutte le varie procedure intermediarie. Una ricerca sul web consentirebbe di conoscere abbastanza esaustivamente le opportunità per procedere. Ad esempio, un portale come Facile.it potrebbe essere piuttosto utile in questo senso. Basta inserire alcuni dati-traccia e il sistema, di per sé, svilupperebbe la soluzione più indicata alle nostre esigenze, naturalmente attraverso la proposta di alcuni preventivi.

Il fatto che tutto avvenga online, quindi senza bisogno di muoversi verso le filiali né di prendere appuntamenti, naturalmente facilita le cose. Sia la richiesta che la verifica e, infine, anche l’approvazione: tutto passa per i canali della rete, rendendo il tutto accessibile e ben poco cervellotico, oltre che per nulla stressante. Proprio su Facile.it è possibile trovare diverse soluzioni, alcune delle quali particolarmente vantaggiose, partendo dalla base di una liquidità da 5 mila euro (ad esempio) con 5 anni come tempo di restituzione.

LEGGI ANCHE >>> Conto deposito vincolato, la top d’inizio estate: ecco quale conviene di più

Prestiti online, giugno porta consiglio: i migliori di inizio estate

Facile.it agisce con un vero e proprio comparatore, che indica progressivamente quali siano i prestiti online migliori per le varie esigenze. Ad esempio, per quanto riguarda Younited Credit, si andrebbe a pagare una rata mensile da 97,38 euro, con Tan al 4,84% e Taeg al 6,49%, considerando i 180,27 euro delle spese accessorie. Consigliabile anche la soluzione Cofidis che, sul netto erogato di 5 mila euro, mette una rata da 97,25 e 12,50 di spese accessorie (Tan 6,25% e Taeg 6,55%). Con Agos, invece, la rata si attesterebbe a 96,32 (Tan 5,86% e Taeg 7,37%), andando a restituire complessivamente 5.957€.

LEGGI ANCHE >>> Fisco, brutte notizie in arrivo: comunicazione inaspettata

Restando su nomi di rango elevato, tocca a Banca Sella fare la sua offerta. Qui l’importo finanziato è pari al netto ma senza spese accessorie, per una rata mensile poco sotto i 100 euro al mese e Tan e Taeg oltre il 7%, per una restituzione di 5.981 su finanziamento di 5 mila tondi. Infine Compass, la cui rata si alza a 101,05 €, portando Tan e Taeg rispettivamente al 9,90% e all’11,41%. L’importo finale da restituire sarebbe di 6.498 €.