Il colosso di Jeff Bezos si conferma al vertice della produttività mondiale. In Italia, l’offerta di lavoro di Amazon si allarga a dismisura.

Amazon
Foto © AdobeStock

Altri 3 mila posti di lavoro in arrivo e a tempo indeterminato. Una nuova mossa di Amazon, che rafforza i propri poli in Italia e, soprattutto, la sua posizione di influenza all’interno del mercato del lavoro. La manovra a tenaglia del colosso di Jeff Bezos, ormai praticamente inserito in ogni contesto produttivo, dalla telefonia al cinema, sta proiettando inesorabilmente Amazon ai vertici dell’economia mondiale. Un’escalation già rafforzata dalla pandemia, che ha potenziato all’estremo il ricorso agli acquisti online e, di rimando, il peso dell’azienda a livello internazionale. Al momento, almeno fra i grandi nomi, la richiesta di personale è quasi tutta ad appannaggio di Amazon.

L’annuncio che arriva sulle nuove assunzioni riassume bene la progressione dell’azienda nell’ultimo anno. Utili incrementati, nuove sedi in tutto il mondo e ingresso in business sempre più variegati. Addirittura nel calcio, con Amazon Prime che si candida a outsider di lusso sia per la Champions League 2021-2022 che per i venturi Europei di calcio. Per quanto riguarda le cose più concrete, il nuovo piano assunzioni che interesserà i punti Amazon in Italia mira a cavalcare l’ondata della digitalizzazione portata dalla pandemia.

LEGGI ANCHE >>> Amazon mette le mani anche su Euro 2020: cosa sta succedendo

Amazon, nuova ondata di assunzioni: il “Piano Italia”

Tremila nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato, che incrementerà a 12.500 il totale della forza lavoro impiegata dall’azienda. I settori in cui si cerca sono diversi, dalla logistica al machine learning, senza contare un contratto promesso con tutti i benefit di riferimento. Innanzitutto il compenso, che prevedrà per coloro assunti nel magazzino un compenso d’ingresso pari a 1.550 euro lordi. Resta valida, inoltre, l’offerta di un’opportunità di carriera, oltre che un aggiornamento professionale continuo, oltre a programmi di formazione che disporranno di particolari agevolazioni. Prima fra tutte Career Choice, con il costo di rette e libri di testo anticipati del 95%.

LEGGI ANCHE >>> Amazon e il colpaccio Mgm: lo streaming ora è un Risiko

Una buona notizia anche per l’economia di casa nostra. Il cosiddetto “Piano Italia” investe di fatto 350 milioni di euro nella forza lavoro del nostro Paese. I nuovi punti Amazon apriranno nei prossimi mesi in Piemonte, Lombardia ed Emilia-Romagna, allargando ulteriormente la distribuzione sul territorio italiano, assieme a più di 10 depositi di smistamento che coinvolgeranno altre regioni (Trentino-Alto Adige, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Umbria e Marche). Praticamente una dichiarazione di intenti: Amazon punta sull’Italia per costruire il piano di ripartenza globale. Il quale, per forza di cose, passerà soprattutto dall’e-commerce. In tutte le sue sfaccettature.