Il calcio in tv è orma qualcosa si assolutamente irrinunciabile per gli italiani. Dalla prossima stagione, però sarà rivoluzione.

Serie A
Serie A (Fonte foto: web)

Il calcio italiano è ormai per gli italiani praticamente tutto. Non esiste ormai fine settimana che non sia scandito nelle case degli italiani da almeno un avvenimento calcistico. La squadre del cuore e poi l’anticipo e poi il posticipo. Gli italiani spendono molte centinaia di euro all’anno per assicurarsi un degno spettacolo calcistico comodamente dal proprio divano. Quest’anno però, per la prima volta dopo più di dieci anni non è stata l’emittente Sky ad assicurarsi i diritti triennali di trasmissione delle gare di Serie A, bensì Dazn.

Proprio Dazn che nelle ultime tre stagioni aveva a diposizione tre gare su dieci del campionato di Serie A, ha oggi invertito l’andamento delle cose. Sarà Sky a trasmetterne tre le restanti spetteranno a Dazn. Il problema però, oggi è ben diverso da ciò che abbiamo potuto osservare negli ultimi tre anni. Si perchè Sky manterrà in ogni caso i diritti per la trasmissione delle gare di Champions League ed Europa League. Questo significa che per guardare tutto il calcio in tv ci sarà bisogno di ben due diversi abbonamenti.

LEGGI ANCHE >>> Dazn travolge Sky: quanto costerà veramente ai clienti il ciclone sul calcio

Il calcio in tv: il prezzo dell’abbonamento completo nel dettaglio

Diritti tv Serie A

Come anticipato Sky manterrà l’esclusiva della Champions League e della Europa League più tre gare della prossima Serie A. Agli abbonati il pacchetto calcio e quello sport per le gare di coppe europee dovrebbe costare, almeno stando alle cifre della scorsa stagione, circa 30 euro complessivi. A questi bisognerà aggiungere i 20 euro del pacchetto Dazn per la Serie A ed altri eventi di calcio internazionale. Il pacchetto in questione sarà infatti offerto a 19,99 euro per i nuovi abbonati e per quelli che confermeranno il precedente abbonamento entro il prossimo 30 giugno.

La promozione dedicata al lancio del pacchetto dovrebbe offrire agli abbonati una scontistica particolare almeno per il primo anno di contratto. In pratica parliamo di un totale, parziale di circa 50 euro al momento, mensili. Questo chiaramente per il solo calcio in tv. Consideriamo poi che alcune gare di Champions Legue andranno su Amazon Prime Video e quindi in teoria bisognerebbe aggiungere un mini abbonamento da 3 euro al mese anche per la piattaforma targata Amazon, e l’importo, ovviamente cresce.

Praticamente per seguire la propria squadra del cuore in tv, considerato che questa potrebbe giocare anche una delle due coppe europee, anzi tre perchè quest’anno ci sarà il debutto della Conference League, si dovrebbero spendere la bellezza di 53 euro mensili, chiaramente al momento escludendo eventuali sconti proposti in condizioni particolari. Forse un po’troppo in linea generale e per quelle che erano i costi precedenti per gli italiani che decidevano di abbonarsi generalmente a Sky.

LEGGI ANCHE >>> Dazn: i prezzi e novità della partnership con Tim Vision a partire dal 1 luglio

La nuova situazione certamente porterà ad una emorragia di abbonati che passeranno a disdire i propri accordi. Molti di questi, probabilmente passeranno alle varie proposte dei pacchetti pirata, lo streaming illegale insomma, da 10 euro al mese per una offerta praticamente totale di tutto ciò che è intrattenimento, non solo calcio e sport ovviamente.

Il quadro generale dovrebbe insomma essere questo, in attesa di conferme o di nuove interessanti offerte, che magari saranno in grado di convincere gli abbonati, vecchi e nuovi, a fidarsi ancora una volta delle vecchie emittenti tv a pagamento.