Brutte notizie per gli utenti di Whatsapp. La Polizia Postale, infatti, invita a prestare la massima attenzione all’ennesimo tentativo di truffa. Ecco cosa c’è da sapere in merito.

Whatsapp hacker
Foto: web

Gli ultimi mesi sono stati segnati dall’impatto del coronavirus che continua ad avere ancora oggi delle ripercussioni negative sia dal punto di vista sociale che economico. Al fine di contrastarne la diffusione, infatti, abbiamo dovuto dire addio a molte nostre abitudini, introducendone, allo stesso tempo, delle altre. A partire dalle e-mail, passando per gli sms, fino ad arrivare alle app di messaggistica istantanea, in effetti, si è assistito ad un utilizzo sempre più massiccio di strumenti tecnologici grazie ai quali poter restare in contatto con amici e parenti anche se fisicamente lontani.

Oltre ai tanti vantaggi, però, è bene prestare sempre la massima attenzione anche alle varie insidie del web. Sempre più malintenzionati, infatti, cercano di sfruttare le nuove tecnologie proprio per estorcere dati e soldi al malcapitato di turno. Ne sono un chiaro esempio la truffa del finto buono Ikea oppure le assicurazioni online inesistenti. Se tutto questo non bastasse, la Polizia Postale avverte gli utenti di Whatsapp a prestare attenzione ad un tentativo di truffa, che ha già fatto cadere nella trappola un bel po’ di persone. Entriamo nei dettagli e vediamo in cosa consiste e soprattutto come difendersi.

LEGGI ANCHE >>> Carta di credito o bancomat, attenti a questi siti: altissimo rischio truffa

Whatsapp, la Polizia Postale avverte: attenti alla truffa del codice a sei cifre

Whatsapp
WhatsApp (Fonte foto: web)

Ogni giorno, purtroppo, sono tanti i tentativi di truffa che circolano sul web e a cui bisogna prestare attenzione. Ne è un chiaro esempio la truffa del codice a 6 cifre su Whatapp, che ha già fatto cadere nella trappola tante persone. Ad invitare a prestare attenzione a questo tentativo di raggiro è la Polizia Postale, che informa come siano tante le segnalazioni da parte dei cittadini.

In pratica tale truffa consiste in un messaggio, inviato tramite Whatsapp, che recita: “Ciao, ti ho inviato un codice per sbaglio, potresti rimandarmelo?“. Un messaggio che viene inviato da un contatto reale della propria rubrica, che a sua volta è caduto vittima della truffa. Credendo che si tratti realmente di una persona di propria conoscenza, quindi, sono in molti a cadere nella trappola. Inviando le 6 cifre, quindi, i cyber criminali riescono ad entrare in possesso dell’account WhatsApp e agire indisturbati.

LEGGI ANCHE >>> Come scoprire se la nostra mail è stata violata: cosa c’è da sapere

Truffa del codice a 6 cifre: ecco come difendersi

Una truffa, quella del codice a 6 cifre, studiata fin nei minimi particolari e in grado di trarre in inganno molti utenti. Proprio per questo motivo la Polizia Postale invita a prestare attenzione, ricordando attraverso un comunicato quanto segue:

  • “i codici che arrivano per sms sono strettamente personali e non vanno mai condivisi, anche se richiesti da un nostro contatto o da amici e/o familiari;
  • non bisogna mai cliccare su eventuali link presenti negli SMS;
  • è consigliabile attivare la c.d. “verifica in due passaggi” disponibile nell’area “impostazioni-account dell’App” che ci permette di inserire un codice personale a sei cifre, che il sistema ci richiede al primo accesso e per tutte le operazioni di modifica che andremo a effettuare sul nostro profilo;
  • se siamo caduti nella frode è necessario avvisare subito i nostri contatti di quanto ci è capitato in modo che non diventino potenziali vittime della catena”.