Esiste una soluzione che consente di acquistare casa senza mutuo. Ecco qual è, come funziona nel dettaglio e quando può essere utile

Acquistare casa senza mutuo
Fonte Pixabay

Comprare una casa non è propriamente un’operazione semplice alla luce delle difficoltà attuali. Accendere un mutuo spesso appare un lusso che non ci si può concedere, per questo è bene valutare anche altre opzioni che consentano comunque di arrivare all’obiettivo.

Ad onor del vero le soluzioni sono molteplici, ma una in particolare può far comodo in questa precisa fase storica, ovvero il leasing prima casa. Andiamo a scoprire cos’è e in che modo permette alle persone di poter acquistare la propria abitazione. 

LEGGI ANCHE >>> Comprare casa, dal mutuo ai bonus: perché può essere il momento giusto

Acquistare casa senza mutuo: cos’è il leasing prima casa

Questa misura è stata introdotta dalla Legge di Stabilità 2016 e solitamente viene utilizzata per l’acquisto di automobili. Probabilmente non tutti sono al corrente della possibilità di poterlo utilizzare anche nel settore immobiliare. 

In pratica la banca o l’intermediario finanziario acquista l’abitazione e la offre in godimento al soggetto interessato. A lui poi sta il compito di pagare il canone mensile, che generalmente è molto più alto del normale affitto. Alla fine poi è prevista una maxi rata finale per concludere definitivamente la compravendita. 

In sostanza è una sorta di affitto a lungo termine che ha durata minima di 8 anni al termine dei quali si può rinnovare il leasing o pagare il riscatto della parte restante a cui vanno naturalmente sottratti i canoni di locazione pagati in precedenza.

Qualora si affronti un momento di grave difficoltà e si è impossibilitati a pagare “l’affitto”, si può procedere alla sospensione del pagamento che può avvenire però una sola volta per un periodo massimo di 12 mesi. Se la situazione dovesse permanere si procede alla vendita dell’abitazione e alla restituzione all’utilizzatore di quanto dovuto al netto dei canoni scaduti e non pagati.

LEGGI ANCHE >>> Mutuo prima casa, lo Stato fa una promessa ai giovani

Questa opzione è ideale per poter prendere una casa senza mutuo (esiste anche la possibilità di acquistare senza garante) e va in contro agli under 35, a patto però che abbiano un reddito inferiore a 55mila euro e che l’immobile diventi entro 1 anno abitazione principale. 

Le agevolazioni previste per i giovani al di sotto dei 35 anni sono le seguenti:

  • detrazione pari al 19% delle spese sostenute per i canoni fino ad un tetto massimo di 8mila euro, 
  • detrazione del 19% fino a 20milaeuro di importo pagato, sui costi del riscatto finale dell’abitazione. 

La detrazione viene dimezzata per coloro che hanno raggiunto e/o superato la suddetta soglia d’età, quindi 4mila sui canoni e 10mila sul riscatto della casa.