Una telefonata sospetta e la vittima cede velocemente alla paura, poi bisogna solo aspettare: ecco la nuova truffa

Un poliziotto (Fonte foto: web)

Diversi i tipi di truffa, a cui ancora oggi assistiamo, soprattutto ai danni di anziani. Così è stato per una donna benestante, truffata da una finta Onlus in Sardegna, ma questo è solo l’ultimo dei casi.

La polizia e la polizia postale, ci mettono sempre più spesso in guardia da nuove tecniche messe a punto dai malviventi, che siano esse effettuate con phishing, cioè tramite web o sms, o che siano delle pericolose messe in scena dal vivo.

Leggi anche>>> La truffa più spietata del web ora ha un nome: “la nostra vita rovinata”

Cos’è la truffa dei finti poliziotti

L’esempio della truffa del finto o dei finti poliziotti è molto semplice, e purtroppo per una persona anziana è molto facile cascarci. La vittima viene contattata telefonicamente dal truffatore. Dall’altro capo del telefono, c’è una persona che inizia a chiedere di conoscere alcune informazioni private, facendo finta di conoscerne altre e facendosi quindi passare per un amico, un parente o anche un poliziotto.

Conquistata la fiducia del malcapitato, il truffatore comunica alla persona di non preoccuparsi, ma che nella sua zona ci sono diversi agenti in borghese, perché nelle vicinanze si sarebbe perpretato un furto. In questo modo, facendo un po’ pressione sulla paura del malcapitato potrebbe anche iniziare a chiedere di raccogliere tutti gli oggetti di valore. Spesso, è stato anche chiesto di sotterrare il tutto nelle vicinanze dell’abitazione così che se i ladri fossero entrati, non avrebbero trovato nulla.

Leggi anche>>> Elodie vittima di una truffa online: “L’ho appena scoperto”

Il problema è che in questo modo il povero malcapitato potrebbe essere truffato poi, in ben due modi. Se dissotterrasse davvero gli oggetti, un po’ come il gatto e la volpe, i truffatori di notte potrebbero cercare nei dintorni fino a trovare realmente gli oggetti ed impossessarsene. Ma se chi risponde a telefono non cede a questo primo tentativo, c’è sempre il trucco degli agenti in borghese di cui era stato avvisato. Una volta entrati, i finti poliziotti diranno al truffato di nascondere i suoi oggetti, tutti in un luogo solo, così che quando questo è distratto, uno di loro possa impossessarsene.