Chiudono sempre più sportelli bancomat, ma ci sono regioni dove oggi sono ancora meno ed altre che non peggiorano.

 

La crisi continua e si sente anche per gli istituti bancari e di conseguenza, per gli sportelli bancomat, sempre meno utilizzati. Le cose stanno così, al punto che da luglio scatterà lo stop ai prelievi alle ATM. Soltanto nell’anno 2020, l’Italia ha detto addio a 831 sportelli.

Ma non solo, l’anno passato c’erano nel Paese, solo 23.481 filiali. Il 3,4% in meno rispetto al 2019. Al momento, su tutto il territorio italiano, ben 2.802 comuni non hanno un ufficio di credito e quindi, uno sportello in cui poter semplicemente prelevare.

Leggi anche>>> Banche, come cambia il mondo dei soldi: addio a bancomat e contanti

Bancomat regione per regione

Ma come saranno distribuiti i bancomat nelle regioni, in maniera molto disuguale. Vediamo perché. La Valle d’Aosta è passata da 79 filiali a 74, con un -6,3%. Segue la Liguria, col -5,8%, dal momento in cui le filiali sono passate da 677 a 638. A seguire Abruzzo (-5,7%), Emilia-Romagna (-5,5%), Basilicata (-5,4%), Sicilia (-4,4%), Friuli Venezia-Giulia (-4,0%), Piemonte (-3,9%), Umbria (-3,7%), Sardegna (-3,7%), e Lazio (-3,5%).

Invece, chi ha mantenuto buoni numeri sono la Puglia con solo un -2%, il Trentino Alto-Adige con un -2,3%, la Lombardia, che comunque vede un -2,4%, ma continua ad essere la regione con più sportelli bancomat in tutta Italia: 4.699.

Leggi anche>>> Bancomat: ecco come cambierà il prelievo del contante

E le cose potrebbero peggiorare, perché i costi dei prelievi sempre più alti, scoraggiano sempre di più gli italiani ad operare tramite sportello. Più della metà degli sportelli, a proposito di statistiche, sono presenti nel Sud Italia. Parliamo del 57,16% del totale, mentre gli uffici sono 5.122. Sembrerebbe però che non solo una maggior voglia di effettuare investimenti o salvaguardare i risparmi, caratterizzino questi dati, ma anche una minor copertura della banda larga ed un internet veloce che faccia diventare più facile accedere al proprio conto tramite pc o smartphone.