Buone notizie in arrivo per molti pensionati che a breve potranno fare i conti con una bella sorpresa nel cedolino. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Pensioni
Fonte: Pixabay

Il lavoro rappresenta senz’ombra di dubbio una parte importante della nostra vita. Grazie alla nostra attività, d’altronde, possiamo attingere alla fonte di denaro necessaria per riuscire a soddisfare le varie esigenze quotidiane. Allo stesso tempo non si può negare come spesso si riveli essere fonte di preoccupazione per via dei vari impegni e scadenze da rispettare. Non stupisce, pertanto, che siano in molti a non vedere l’ora di poter finalmente aver diritto al trattamento pensionistico e staccare la spina dal lavoro.

Come noto, d’altronde, bisogna essere in possesso di determinati requisiti sia dal punto di vista anagrafico che contributivo. Per questo motivo sono in tanti ad essere in attesa di scoprire quali novità verranno introdotte dall’esecutivo a guida Draghi grazie alla riforma delle pensioni che dovrebbe essere attuata nel giro dei prossimi mesi. In attesa di scoprire quali decisioni verranno prese in merito, i pensionati potranno fare i conti con delle buone notizie. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo di cosa si tratta.

LEGGI ANCHE >>> Governo Draghi, confermati i bonus senza ISEE: tutto quello che c’è da sapere

Pensione, controllate il cedolino: in arrivo la quattordicesima

 

Buone notizie in arrivo per molti pensionati che, se in possesso di determinati requisiti, riceveranno con il cedolino di luglio la quattordicesima. A tal proposito ricordiamo che ne hanno diritto le persone con almeno 64 anni di età e ISEE non superiore a 13.405,08 euro. Entrando nei dettagli, inoltre, vengono prese in considerazione due fasce di reddito, ovvero coloro con ISEE inferiore a 10.053,71 e i pensionati con ISEE annuo tra 10.053,71 e 13.405,08 euro. In particolare l’importo sarà:

  • per redditi ISEE inferiori a 10.053,71 euro all’anno pari a:
    • 436,80 euro fino a 15 anni di contribuzione;
    • 546 euro dai 15 ai 25 anni di contribuzione;
    • 655,20 euro con più di 25 anni di contributi;
    • stesse cifre per i lavoratori autonomi.
  • per redditi ISEE compresi tra  10.053,71 e 13.405,08 euro, invece, l’importo è pari a:
    • 366 euro fino a 15 anni di contributi;
    • 420 euro dai 15 ai 25 anni di contribuzione;
    • 504 euro con più di 25 anni di contributi;
  • Per quanto riguarda gli autonomi, le cifre saranno le stesse, ma con delle differenze per quanto concerne gli anni di contribuzione, ovvero:
    • 366 euro fino a 18 anni di contribuzione;
    • 420 euro dai 18 ai 28 anni di contribuzione;
    • 504 euro con più di 28 anni di contribuzione.

LEGGI ANCHE >>> Lavoratori notturni, andare in pensione in anticipo è possibile: ecco come

I pensionati in possesso dei suddetti requisiti, quindi, riceveranno la quattordicesima il 1° luglio assieme alla pensione. Coloro che compiranno 64 anni di età a partire dal 1° agosto del 2021, invece, beneficeranno della quattordicesima a dicembre.