Brutte notizie per molti correntisti di Poste Italiane che potrebbero a breve ritrovarsi a dover fare i conti con delle pessime sorprese. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa sta succedendo.

Poste Italiane
Poste (Fonte foto: web)

I soldi non danno la felicità, ma dall’altro canto contribuiscono a risolvere un bel po’ di situazione problematiche. Ogni giorno, infatti, ci ritroviamo a dover mettere le mani nel portafoglio, al fine di affrontare le varie spese con cui dobbiamo puntualmente fare i conti. Proprio in questo ambito a giocare un ruolo importante è il conto corrente, dove conserviamo i nostri risparmi, a cui poter attingere in caso di imprevisti.

A partire dalla banca fino ad arrivare alla Posta, d’altronde, abbiamo davvero l’imbarazzo della scelta, con ognuno che può optare per la soluzione più adatta alle proprie esigenze. Allo stesso tempo le cose, con il trascorrere del tempo, possono cambiare, con alcuni servizi che possono essere, appunto, modificati o addirittura annullati. Lo sanno bene i correntisti di Poste Italiane che nel corso delle prossime settimane potrebbero ritrovarsi a dover fare i conti con alcuni problemi. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa sta succedendo.

LEGGI ANCHE >>> Conto corrente, stangata in arrivo: torna lo spettro della patrimoniale al 10%

Poste, brutte notizie per i correntisti: addio al servizio di trading online. Ecco come comportarsi

Poste Italiane (Fonte foto: web)

A partire dallo scorso 1 gennaio, Poste Italiane ha deciso di eliminare il servizio di trading online. Questo vuol dire che dal 2021 non è più possibile acquistare o vendere titoli finanziari attraverso il conto corrente postale.

Una notizia che non è passata di certo inosservata e che potrebbe comportare dei piccoli disagi ai soggetti interessati. Ovviamente per chi non opera in questo settore non rappresenta un problema. Dall’altro canto, per chi già usufruiva del servizio dovrà trovare una soluzione ad hoc. In tal senso può decidere di:

  • operare tramite sportello;
  • aprire un conto presso una banca indicata da Poste e fare trasferire i propri  titoli sul nuovo conto corrente;
  • richiedere il trasferimento dei titoli presso il conto di un altro istituto bancario indicato dal cliente stesso.

LEGGI ANCHE >>>  Conto corrente, quanti soldi è possibile tenere sul conto senza rischi: cosa c’è da sapere

In seguito alla decisione di Poste di dire addio al servizio di trading online, quindi, non sarà più possibile svolgere questa attività sul web. È sempre possibile, invece, operare presso gli sportelli dell’istituto, oppure affidarsi ad una banca.