Conservare i rotoli di carta igienica esauriti può essere molto utile in alcuni frangenti. Ecco in che modo possono essere riutilizzati.

Alcuni oggetti del tutto inaspettati possono essere delle vere e proprie risorse in grado di essere usate anche quando sono terminate. Un caso emblematico in tal senso è quello del rotolo di carta igienica, che una volta finito può essere “riciclato” in in modo davvero geniale.

Un modo per combattere lo spreco e per produrre meno rifiuti e al contempo per fare dei “lavoretti” casalinghi che conciliano alla perfezione l’utile e il dilettevole. Vediamo nello specifico di cosa si tratta, magari a qualcuno potrebbe tornare utile.

LEGGI ANCHE >>> Covid, Cina e la crisi della carta igienica: rischiamo di restare senza rotoli

Carta igienica: in che modo i rotoli esauriti possono diventare una vera risorsa

Per realizzare “l’opera” oltre a quello della carta igienica bene anche un rotolo di asciugatutto. Una volta finita la carta intorno possono essere riutilizzati come organizer per il cassetto della biancheria. Ne servono circa 8-10 per poter rendere concreto il tutto. Innanzitutto vanno colorati con tonalità vivaci, poi vanno uniti con delle graffette in modo tale da creare una sorta di piccolo alveare.

A questo punto va inserito nel cassetto. Poi non resta che mettere ordinatamente arrotolati calzini, slip o altri indumenti intimi. Anche i tubi delle patatine possono essere adeguati. In questo caso però vanno puliti a dovere per eliminare residui ed odori di fritto.

LEGGI ANCHE >>> I 5 oggetti più costosi al mondo: c’è anche la carta igienica d’oro

Esistono tanti altri svariati modi per ridar vita ad oggetti piuttosto comuni che in apparenza sembrano aver terminato il loro corso. È il caso delle bottiglie di plastica, il cui fondo può servire per mettere in ordine i reggiseni nei cassetti. Basta tagliare orizzontalmente la parte finale con un’altezza di circa 13-14 cm.

Incredibilmente fanno parte del lotto degli strumenti “senza fine” anche le cannucce. Riposte adeguatamente nel portagioie evitano che catenine e bracciali si aggroviglino tra loro.