Buone notizie per tutti coloro che desiderano togliere un nominativo su un conto cointestato. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo come fare.

Gli ultimi mesi sono stati segnati dall’impatto del Covid che continua purtroppo ad avere delle ripercussioni negative sulle nostre vite, sia dal punto di vista economico che sociale. Molte le attività con le saracinesche abbassate, con un gran numero di persone costrette a dover fare i conti con una difficile gestione finanziaria. Proprio l’incertezza del futuro, inoltre, porta a prestare un occhio di riguardo al mondo del risparmio, al fine di evitare inutili sprechi.

Se tutto questo non bastasse, ci si ritrova a dover fare i conti con varie spese che vanno ad incidere negativamente sul proprio conto corrente, come ad esempio le commissioni bancarie. Ad aumentare le paure dei correntisti, inoltre, è lo spettro della patrimoniale, che in molti pensano possa essere a breve applicata dall’attuale governo. In attesa di scoprire quali saranno le eventuali decisioni in merito, continuano ad essere molti i dubbi che attanagliano i correntisti, soprattutto in presenza di un conto corrente cointestato. In particolare sono in molti a chiedersi se sia o meno possibile togliere un intestatario dal conto. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Decreto Sostegni: fondo perduto con autocertificazione, ma attenti ai controlli serrati

Conto corrente cointestato, togliere un intestatario è possibile: tutto quello che c’è da sapere

Aumenti conto corrente
(Adobe)

La vita è ricca di imprevisti e per questo motivo può capitare di ritrovarsi nella situazione di dover, ad esempio, togliere un nominativo su un conto corrente cointestato. Questo tipo di conto, in effetti, è sempre più diffuso e viene in genere sottoscritto da moglie e marito, oppure per gestire le finanze di una società.

In ogni caso può capitare di ritrovarsi nella situazione di dover modificare il nome di uno dei cointestatari, in quanto, ad esempio, è cambiata la compagine societaria. Una situazione che si verifica molto più frequentemente di quello che si possa pensare, con molti che temono di dover pertanto chiudere il conto. Ebbene, niente di più sbagliato. In questo caso, infatti, è sufficiente rimuovere il nominativo dell’intestatario oggetto di interesse e il gioco è fatto.

LEGGI ANCHE >>> Italiani rifiutati dalle banche costretti a vendere i gioielli di famiglia

Ma come è possibile? Non bisogna fare altro che comunicare al proprio istituto di riferimento di voler togliere la titolarità dal conto in questione inviando una lettera, una Pec oppure comunicando di persona con un preavviso di 15 giorni. Un modo facile e veloce grazie al quale togliere un intestatario da un conto corrente cointestato senza doverlo chiudere.