Il Canone Rai ormai viene pagato da tutti, grazie ad una speciale mossa del Governo, ma cosa rischia chi si nasconde?

Tv (Fonte foto: web)

C’è tanto di legge a stabilire che pagare il Canone Rai è obbligtorio. Fatto salvo solo di alcune eccezioni, se abbiamo una tv in casa, automaticamente andremo a pagare questa gabella. Fino a qualche anno fa c’era ancora qualcuno che si nascondeva a non pagava il Canone, finché non è stato deciso di accorpare i pagamenti televisivi, alla bolletta dell’energia elettrica, così da far pagare un tutt’uno.

Al di là delle varie discussioni sul quanto fosse giusto o meno far pagare obbligatoriamente il Canone Rai, per ora nulla prevede che appunto a parte pochi casi, non dovremo pagarlo. Ma per chi non paga, quali possono essere le conseguenze? Vediamo.

Leggi anche>>> Diritti tv Serie A: Sky non si arrende, la guerra a Dazn è appena cominciata

Canone Rai: cosa succede se non paghi

Avendo incluso il canone all’interno delle bollette per l’energia elettrica, è diventato praticamente impossibile non pagarlo, a meno di non voler fare i furbetti e chiedere l’esenzione per vari motivi. Un esempio, è l’esenzione per la 104, oppure la dichirarazione di non avere alcuna tv in casa.

Anche questa è una valida motivazione, ma in caso di controlli della Guardia di Finanza, se essa scopre che invece di tv ne abbiamo eccome, rischieremo una denuncia per falso ideologico. Per questo caso infatti, dichiarare di non avere televisori, viene giudicato come attestazione falsa.

Leggi anche>>> Televisori da oscurare: ecco quali hanno le ore contate

Il rischio reale che corriamo, volendo fare i furbi non è solo la sanzione pecuniaria che va dai 200 ai 600 euro, bensì l’obbligo di pagare il canone arretrato più tutti gli interessi aggiuntivi. Soltanto una prescrizione potrebbe salvare chi commette questo reato, ma deve essere di ben dieci anni. Se non pagheremo nemmeno le sanzioni, sarà allora d’obbligo l’esecuzione forzata da parte dell’ufficiale giudiziario con tanto di pignoramento su risparmi o sullo stesso stipendio.