Dallo smartphone agli occhiali, sono tanti i bonus approvati dal precedente esecutivo che non sono però partiti. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo di quali si tratta.

bonus

Gli ultimi mesi sono stati segnati dall’impatto del Covid, che ha portato con sé delle ripercussioni negative, sia dal punto di vista sociale che economico. Molte le famiglie alle prese con una grave crisi economica, con il governo che ha pertanto deciso di erogare varie forme di aiuto a sostegno delle categorie maggiormente colpite dalla situazione. Se tutto questo non bastasse il nostro Paese ha dovuto fare i conti con una crisi di Governo che ha portato al crollo del precedente esecutivo.

Proprio per questo motivo il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha deciso di incaricare l’ex governatore della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, a vestire il ruolo di Premier. Una situazione che ha inevitabilmente sparpagliato le carte, cambiando l’ordine di priorità nell’agenda dell’esecutivo. Proprio in questo contesto, ad averla la peggio sono stati alcuni bonus che non sono mai partiti. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo di quali si tratta.

LEGGI ANCHE >>> Decreto Sostegni, aiuti in arrivo per il turismo di montagna: cosa c’è da sapere

Dallo smartphone agli occhiali, tutti i bonus mai partiti: ecco di quali si tratta

Bonus occhiali lenti da vista
Fonte Pixabay

In attesa di capire come si evolverà lo scenario economico italiano, sono in molti a chiedersi quale sarà l’impatto dell’attuale esecutivo a guida Draghi sulle nostre vite. Molte, infatti, sono le aspettative che si sono venute a creare sul nuovo governo, che ha portato con sé nuovi aiuti, come ad esempio quelli previsti nel Decreto Sostegni. Dall’altro canto ha anche cambiato alcune carte in tavola, con alcune misure approvate dal precedente esecutivo che non sono, almeno per il momento, partite. Tra queste si annoverano:

  • Bonus occhiali. Approvato con la Legge di Bilancio 2021, prevede un contributo a fondo perduto pari a 50 euro da poter essere utilizzato come sconto diretto sul prezzo di vendita di occhiali da vista e lenti a contatto correttive. Rivolto alle persone con reddito Isee inferiore ai 10 mila euro, si è ancora in attesa del decreto attuativo.
  • Bonus smartphone. Noto come “kit digitalizzazione”, consiste nella messa a disposizione di uno smartphone in comodato d’uso e Internet gratis per un anno. Rivolto alle famiglie con reddito Isee sotto i 20 mila euro, anche in questo caso non è stato ancora approvato alcun decreto attuativo.
  • Bonus rubinetti. Stando alle ultime indiscrezioni, sembra che bisogna attendere ancora un po’, ma il bonus “idrico” dovrebbe a breve essere disponibile. Tale contributo, dal valore di mille euro, dovrebbe ricoprire gli interventi di sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto e di apparecchi di rubinetteria sanitaria, soffioni doccia e colonne doccia con nuovi apparecchi a limitazione di flusso di acqua.

LEGGI ANCHE >>> Decreto Sostegni: fondo perduto con autocertificazione, ma attenti ai controlli serrati

Come è facile notare, quindi, sono vari i bonus approvati dal Governo Conte Bis che non sono partiti. Non resta quindi che attendere i prossimi mesi per vedere quali incentivi verranno erogati dall’attuale esecutivo, e quali invece resteranno semplicemente delle misure mai applicate.