Alcuni esemplari di Lire in moneta oggi hanno un valore inimmaginabile. Gli appassionati di numismatica sono disposti a fare follie pur di accaparrarseli 

500 lire
500 lire (Adobe)

Seppur siano passati quasi 20 anni dal passaggio dalla Lira all’Euro, il vecchio conio rimarrà indelebilmente un pezzo importante della storia d’Italia. Una moneta che ha accompagnato il popolo del Bel Paese in varie fasi cruciali, fino a condurlo alla modernità per poi abdicare in favore della valuta unica europea.

Ancora oggi viene rimembrata, rimpianta e soprattutto ricordata per il suo importante potere d’acquisto. Altri tempi, che nel bene o nel male non torneranno mai. Per questo gli appassionati di numismatica farebbero carte false per mettere le mani su alcuni pezzi che ormai sono difficilmente reperibili.

LEGGI ANCHE >>> Non fatevi ingannare: le Lire hanno valore solo se fior di conio, tranne una…

Lire: le monete pregiate in grado di far guadagnare cifre da capogiro

Tra queste figurano diversi esemplari di 500 Lire. La prima è quella in argento con le caravelle, nella versione “sbagliata” con le vele al contrario coniata nel 1957.

Si tratta di una vera e propria eccezione visto che così come riportato su una delle due facce si trattava di una moneta di prova. Questa sua peculiarità, l’ha resa preziosa nel tempo, tant’è che oggi il suo valore all’asta può arrivare a cifre decisamente elevate. 

Proseguendo il viaggio nelle oasi delle “monete d’oro”, non può mancare la 500 Lire raffigurante il volto di Dante Alighieri. Anch’essa prodotta come una soluzione di prova è attualmente tra le più rare in circolazione, motivo per cui aggiudicarsela richiede un esborso piuttosto significativo.

Passando ad un altro tipo di taglio, la 100 Lire Minerva, naturalmente raffigurato su una delle due facciate. La sua produzione produzione risale addirittura agli anni ’50 con tanto di dicitura “prova” facilmente leggibile. In virtù della sua importanza storica e della scarsissima reperibilità, il prezzo d’acquisto può anche superare i 1000 euro al pezzo. 

LEGGI ANCHE >>> Altro che vecchie Lire: come diventare ricchi (realmente) con queste monete

Insomma, un vero e proprio mercato che un ventennio fa sarebbe stato difficile da ipotizzare, ma che oggi può consentire dei guadagni da tenere assolutamente in considerazione.