C’è una banconota da mille lire che ha valore anche se inevitabilmente usata, controllate se e quante ne avete e facciamo due conti.

Torniamo a parlare di vecchie Lire che potremmo avere in casa. Ieri vi abbiamo spiegato che la favoletta delle monete che possono valere cifre astronomiche, favoletta rimane, perché per valutare al massimo del valore una moneta, questa deve essere a fior di conio, in una parola: perfetta. Come se dalla zecca fosse arrivata direttamente a casa vostra senza che voi la abbiate mai usata. Impossibile, o quasi.

Ma ci sono vecchie Lire che hanno un valore importante anche se inevitabilmente usate, e questo per il numero di banconote stampate, ma anche per una raffigurazione particolare che può averla resa appetibile ai collezionisti. Di mille lire ne sono state stampate più di una versione, ma una più di tutte ancora oggi è ricercata da numismatici e collezionisti. Vediamo il perché e di quale si tratta.

LEGGI ANCHE >>> Gratta e Vinci, Striscia svela la truffa: Come hanno scoperto i biglietti vincenti

Le vecchie Lire hanno valore solo se fior di conio, ma le 1000 di Giuseppe Verdi valgono sempre

La Mille Lire di Giuseppe Verdi, ecco oggi quanto ce la pagherebbero
Mille Lire di Giuseppe Verdi (Fonte foto: web)

Lo studio scientifico che si occupa delle monete, come sappiamo, è la numismatica.

Si occupa di monete in tutte le loro più varie forme, dal punto di vista storico-geografico, artistico ed economico.

Le mille lire di Giuseppe Verdi sono state introdotte, da Banca d’Italia, in più fasi che vanno dal 1962 al 2001, per un totale di oltre 871 milioni di banconote.

Nel 1962, sono stati immessi in circolo un milione di queste vecchie lire mentre l’anno successivo la tiratura è stata pari a 299 milioni. Un numero decisamente maggiore, che rende le prime molto più rare. Sono banconote caratterizzate dalla presenza, su una delle facce, del ritratto di Giuseppe Verdi.

Per sapere quanto valgono è necessario che queste si trovino in un ottimo stato di conservazione, il famoso Fdc, fior di conio. Se la banconota mostra dei segni particolari allora potrebbe certamente perdere il proprio valore.

In caso di una banconota perfetta, definita in fior di stampa, le 1000 lire che ritraggono Giuseppe Verdi potranno valore attorno ai 1000 euro.

Se, invece, lo stato di conservazione di queste mille lire non è perfetto, il loro valore potrà essere compreso tra i 700 e gli 800 euro. Se la banconata è conservata in maniera discreta un collezionista potrà pagarla circa 500 euro. E’ facile ora fare i conti, dipende da quante ne avete ancora in casa.