Poste Italiane ha comunicato il calendario dell’erogazione delle pensioni di maggio. Ecco quando si inizia e quali criteri verranno adottati

poste-italiane, pensioni maggio

Le pensioni sono da sempre un tema che sta molto a cuore agli italiani. Anche per quanto concerne il mese di maggio Poste Italiane ha programmato tutto per tempo anticipando leggermente i tempi, come ormai accade consuetudinariamente.

Ciò che rimane da capire è quando si inizia e quando ogni singolo pensionato potrà recarsi in Posta (per chi ritira in contati presso lo sportello) per ritirare l’importo mensile spettante. Di seguito il calendario completo con i relativi giorni e l’ordine alfabetico da seguire.

LEGGI ANCHE >>> I clienti di Poste Italiane stanno rischiando grosso: ecco perché

Pensioni maggio: il calendario redatto da Poste Italiane in ordine alfabetico

L’istituto postale ha specificato che i pagamenti sono stati scaglionati in ottemperanza delle norme anti-covid. Quindi, niente assembramenti davanti ai singoli uffici postali, ingressi contingentati, utilizzo della mascherina e rispetto della distanza di sicurezza. Per effetto di ciò, ecco la turnazione specifica in base all’iniziale del proprio cognome:

  • lunedì 26 aprile 2021: lettere A e B,
  • martedì 27 aprile 2021: lettere C e D,
  • mercoledì 28 aprile  2021: dalla lettera alla K,
  • giovedì 29 aprile 2021: dalla L alla O,
  • venerdì 30 aprile 2021: dalla P alla R,
  • lunedì 3 maggio 2021: dalla S alla Z.

I soggetti over 75 sprovvisti di delegato per il ritiro della pensione, possono richiedere di ricevere a domicilio la prestazione spettante tramite l’ausilio dei Carabinieri. Il servizio naturalmente è gratuito e disponibile per chiunque ne abbia comprovata necessità. Saranno i militari stessi a recarsi in Posta per prelevarli, dopo di che li consegneranno direttamente all’indirizzo del diretto interessato.

LEGGI ANCHE >>> Poste Italiane, offerte lavoro: le posizioni aperte per il mese di aprile

Insomma, tutto programmato nei minimi dettagli. Garantire il ritiro in sicurezza della pensione è uno dei capisaldi di Inps e Poste Italiane. Grazie al loro lavoro congiunto ogni mese portano a termine il lavoro in maniera egregia.