“Non viaggiate in Italia”. È questa l’allerta lanciata dall’Ambasciata americana a Roma ai propri connazionali. Entriamo nei dettagli e vediamo cosa è successo.

Fonte: Pixabay

Il Covid è entrato prepotentemente nelle nostre vite portando con sé delle conseguenze negative sia dal punto di vista sociale che economico. Al fine di contrastarne la diffusione, infatti, abbiamo dovuto cambiare molte nostre abitudini. Basti pensare all’utilizzo delle mascherine, al distanziamento sociale e alle varie limitazioni negli spostamenti. Molti imprenditori sono stati costretti a tenere le serrande delle proprie attività, con sempre più famiglie alle prese con una grave crisi economica.

Un contesto complicato, che ha portato il governo ad adottare una serie di misure, come quelle, ad esempio, contenute nel Decreto Sostegni. Aiuti importanti, ma purtroppo non sufficienti a colmare le difficoltà che ci si ritrova ad affrontare a causa del Coronavirus, che ha messo in ginocchio molti settori lavorativi. Tra questi si annovera quello del turismo, che ormai da mesi si ritrova a dover fare i conti con le varie limitazioni negli spostamenti. Se tutto questo non bastasse, una recente nota dell’Ambasciata americana a Roma invita i propri connazionali a non viaggiare in Italia. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa è successo.

LEGGI ANCHE >>> Decreto Sostegni, aiuti in arrivo per il turismo di montagna: cosa c’è da sapere

Covid e terrorismo, l’allarme dell’Ambasciata americana: “Non viaggiate in Italia”

aereo

L’ambasciata americana a Roma ha pubblicato sul proprio sito una nota attraverso la quale invita i propri connazionali a non viaggiare in Italia per via dei rischi legati al Coronavirus, oltre a potenziali attentati terroristi sul suolo del Belpaese.  A tal proposito nel “Travel Advisory“, pubblicato in data 20 aprile 2021, si legge quanto segue: “Non viaggiate in Italia a causa del COVID-19 ed esercitate maggiore cautela a causa del terrorismo“. Prosegue: “I Centri di controllo e prevenzione delle malattie (Cdc) hanno emesso un avviso sanitario di viaggio di livello 4 per l’Italia a causa del Covid 19, indicando un livello molto alto di coronavirus nel Paese“.

Si ricorda, inoltre, che “sono in vigore restrizioni che riguardano l’ingresso dei cittadini statunitensi in Italia“. Ma non solo, l’ambasciata invita ad una maggior cautela anche a causa di possibili attentati terroristici. In tal senso, sempre nel Travel Advisory si legge: “In Italia esiste un rischio di lunga data rappresentato dai gruppi terroristici, che continuano a pianificare possibili attacchi. I terroristi potrebbero attaccare con poco o nessun preavviso, colpendo le località turistiche, gli hub dei trasporti, i mercati e i centri commerciali, le sedi dei governi locali, hotel, club, ristoranti, luoghi di preghiera, parchi, eventi culturali e sportivi, istituzioni educative, aeroporti e altre aree pubbliche“.

LEGGI ANCHE >>> Covid, l’impatto dei vaccini sull’economia: la verità che non ti aspetti

L’ambasciata, quindi, invita i propri connazionali a stare attenti, offrendo in tal senso alcune raccomandazioni a coloro che decidono di recarsi in Italia. In particolare consiglia di fare attenzione all’ambiente circostante e seguire le istruzioni delle autorità locali. Allo stesso tempo suggerisce di controllare i media locali in modo tale da essere informati in merito a possibili notizie dell’ultim’ora e preparare un piano B in caso di situazioni d’emergenza.