La nota piattaforma streaming potrebbe presso dire basta alle condivisioni di abbonamento Gli abbonati, ovviamente non l’hanno presa bene.

Netflix
Netflix (Adobe)

Netflix cambia volto e spaventa, non poco gli abbonati. La nota piattaforma streaming, sempre più stretta tra la concorrenza spietata di altre piattaforme antagoniste come Prime Video di Amazon o Disney plus sarebbe costretta a rivedere alcune logiche che ne hanno determinato l’inarrestabile ascesa. Sotto esame, infatti, la possibilità di eliminare gli abbonamenti condivisi. La condizione che consentiva insomma, di dividere il costo di un abbonamento.

La pratica è per la verità molto semplice. Netflix offre l’opportunità di gestire l’abbonamento completo con quattro utenze diverse, ognuna delle quali affidate, a conoscenti, familiari, chi si vuole insomma. Questo, consente agli abbonati, di fatto di dividersi le spese di abbonamento e risparmiare davvero tanto. La notizia, ovviamente mette in allerta gli abbonati, che vedrebbero svanire un ghiotta e conveniente opportunità.

LEGGI ANCHE >>> Bonus TV, occhio ai requisiti: come funziona e a chi spetta

Netflix spaventa gli abbonati: ma potrebbe essere soltanto una misura di sicurezza

Gli abbonati alla piattaforma streaming, tra le più note e frequentate al mondo, hanno subito iniziato a guardarsi intorno sul web alla ricerca di utili informazioni. Sperando, in questo modo di ottenere una secca smentita da parte dell’azienda. La verità è che il tutto risponde ad una logica ben chiara e diversa da ciò che gli stessi utenti possono immaginare. Si starebbe cercando di preservare la sicurezza degli abbonati stessi.

In pratica si proverebbe a diminuire il numero di utenze, di username e password, alla fine. Tutto ciò per evitare violazioni e restringere la possibilità di essere in qualche modo derubati del nostro account.

EGGI ANCHE >>> Netflix, allarme falsa app su Whatsapp: come funziona e come riconoscerla

Netflix affiderebbe quindi la possibilità di una utenza diversa soltanto a persone che vivono con l’intestatario dell’abbonamento. Il tutto per far diminuire gli accessi, e rendere difficile il lavoro ai malintenzionati, che ultimamente abbondano, purtroppo nel settore informatico e dello streaming nello specifico, con continue violazioni e furti di account.