L’organismo internazionale Ocse, applaude le iniziative dell’ultimo biennio italiano tra cui Cashless e Reddito di cittadinanza

Reddito di Cittadinanza (Fonte foto: web)

Il Going for Growth 2021 dell’Ocse, parla molto bene dell’Italia, con occhio alle riforme governative dell’ultimo biennio. Diverse iniziative, come la promozione di pagamenti digitali, anche attraverso il Cashless, più il reddito di cittadinanza ed altre iniziative, farebbero molto bene al Paese, soprattutto se l’obiettivo è la ripartenza post-Covid.

Si legge infatti, in una nota, che “la rete di sicurezza sociale è stata radicalmente migliorata con il regime del reddito di cittadinanza, che introduce maggiori benefici per le famiglie insieme a condizioni più rigorose”. E se siete tra quelli che lo ricevono, ricordate di aggiornarlo per non perderlo.

Leggi anche>>> Reddito di emergenza: ecco quando arriverà l’assegno Inps

Reddito di cittadinzanza e non solo: le iniziative che piacciono all’Ocse

Ci sono però, anche punti da migliorare, secondo l’organismo internazionale che ha sede in Francia, a Parigi, e leggiamo che sarebbe bene: “migliorare l’efficacia della pubblica amministrazione, principalmente nell’ottica di migliorare la gestione degli investimenti pubblici e rendere, al contempo, più efficaci l’assegnazione e il coordinamento dei compiti di attuazione delle varie politiche tra i diversi livelli di governo”. Il suggerimento, sarebbe quello di usare i fondi a disposizione del Paese grazie al Recovery Found, per continuare ad apportare riforme che possano servire.

Naturalmente, ancora in tema Reddito di cittadinanza, esistono come sempre i contro: alcuni furbetti tra ricchi e camorristi sono stati scoperti ad usufruirne. Tornando all’Ocse, positive anche le infrastrutture, dove appare un solo suggerimento. L’indivisuazione cioè: “con efficacia le priorità dei singoli progetti infrastrutturali”. Ma si parla anche di lavoro e tassazione.

Leggi anche>>> Si può perdere un fondo perduto per colpa dell’Iban sbagliato?

Incentivi fiscali ed appunto il reddito di cittadinanza, sono presi ad esempio come motivi di speranza per la creazione di posti di lavoro nei prossimi anni, anche se secondo l’ente, si potrebbero migliorare le progettazioni per i corsi di lavoro, insieme ai programmi di ricerca e formazione. Per quanto riguarda invece le tasse, secondo l’Ocse, sarebbero importanti le fatturazioni digitali obbligatorie ed il piano Cashless, mentre ci sarebbe bisogno non solo di rendere meno complesso tutto il sistema fiscale, ma anche proporre al più presto la: tassa sulla prima casa predisponendo delle esenzioni per le famiglie basso reddito”.