Buone notizie per i titolari di partite Iva in attesa dei contributi a fondo perduto. A breve, infatti, partiranno i pagamenti. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere.

Soldi
Soldi (Fonte foto: Pixabay)

Il Coronavirus è entrato prepotentemente nelle nostre vite da ormai più di un anno, con ripercussioni negative sia dal punto di vista sociale che della gestione finanziaria. A partire dall’utilizzo delle mascherine, passando per il distanziamento sociale, fino ad arrivare alle limitazioni negli spostamenti, sono davvero tanti gli accorgimenti a cui bisogna prestare attenzione. A peggiorare ulteriormente la situazione, la decisione di optare per la chiusura di molte attività, con sempre più famiglie che si ritrovano a dover fare continuamente i conti in tasca prima di comprare qualcosa, in modo tale da non incidere sul budget famigliare.

Diversi i bonus approvati dal precedente esecutivo nel corso dei mesi, al fine di offrire un aiuto economico alle persone maggiormente colpite dalla situazione. Una linea che continua ad essere seguita anche dall’attuale governo a guida Draghi, che di recente ha infatti approvato il Decreto Sostegni. Grazie a questa misura, ricordiamo, il Consiglio dei ministri ha deciso di approvare l’erogazione di contributi a fondo perduto. Una misura particolarmente attesa, con alcuni soggetti che potranno a breve beneficiare dei primi pagamenti. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo assieme quale sia la data da segnare.

LEGGI ANCHE >>> Decreto Sostegni, aiuti in arrivo per il turismo di montagna: cosa c’è da sapere

Partite Iva, in arrivo i pagamenti dei contributi a fondo perduto: al via dall’8 aprile

close up of 50 euros banknotes with copy space

A partire dallo scorso 30 marzo, fino al 28 maggio 2021, è possibile presentare, esclusivamente in modalità telematica, la domanda per i contributi a fondo perduto previsti dal Decreto Sostegni. Una misura particolarmente attesa, soprattutto considerando il periodo particolarmente difficile che stiamo vivendo a causa della crisi economica in corso.

Un decreto complesso, si indirizza a una grande platea, i cui pilastri sono il sostegno delle imprese, al lavoro e alla lotta contro la povertà“, ha dichiarato il presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, dopo l’approvazione del Decreto Sostegni. Per poi aggiungere: “Il nostro obiettivo è distribuire più soldi e più velocemente possibile. Il decreto vale 32 miliardi e 11 andranno alle imprese. Ci sarà una piattaforma per effettuare questi pagamenti che inizieranno l’8 aprile per chi avrà fatto domanda: se tutto andrà come previsto, 11 miliardi entreranno nell’economia nel mese di aprile“.

Proprio come annunciato dall’ex governatore della Banca Centrale Europea, quindi, proprio l’8 aprile è la data da segnare per coloro che sono in attesa dei pagamenti. Da oggi, infatti, dovrebbero partire i primi pagamenti a favore dei titolari di partita Iva che esercitino attività d’impresa e di lavoro autonomo o che siano titolari di reddito agrario, che abbiano registrato un netto calo del fatturato a causa del Coronavirus.

LEGGI ANCHE >>> Figli in DAD, arriva il bonus baby sitter: tutto quello che c’è da sapere

Non tutti, è bene ricordare, riceveranno i soldi oggi. Le domande, d’altronde, possono essere inoltrate fino al 28 maggio 2021. I soggetti beneficiari, inoltre, possono scegliere le modalità di fruizione del contributo. Quest’ultimo, infatti, può essere accreditato direttamente sul conto corrente, con l’Iban che deve essere pertanto indicato nella domanda. In alternativa è possibile richiedere il riconoscimento di un credito d’imposta, utilizzabile in compensazione tramite modello F24.