In balia della crisi economica derivante dal covid, una donna ha deciso di vendere i gioielli di famiglia su un sito online di compravendita. L’affare però non si è concluso nel migliore dei modi 

Gioielli
Fonte Pixabay

Brutta disavventura per una donna romana che presa dalla disperazione per la sua situazione economica deficitaria frutto della crisi provocata dalla pandemia, ha deciso di vendere online i gioielli di famiglia. Quella che doveva essere una semplice operazione di cessione, si è trasformata in un vero e proprio incubo.

Un sedicente acquirente infatti, approfittando della situazione ha messo in piedi un diabolico piano per raggirare la malcapitata vittima. Tutto è stato ponderato nei minimi dettagli proprio per spingere la signora dritta nella sua trappola. 

LEGGI ANCHE >>> Aprono le tombe di notte per rubare gioielli e oggetti preziosi

Gioielli di famiglia in vendita: la reazione del falso acquirente

Il malvivente di origine Rom (ma nato nella Capitale) ha fatto credere alla venditrice di essere un imprenditore con sede in uno sfarzoso ufficio situato nel quartiere Prati (preso in affitto con documenti falsi). Una volta giunta sul posto e aver controllato il valore della mercanzia, l’uomo con la banale scusa di andare a prendere i soldi per saldare il pagamento si è allontanato.

A quel punto la signora ha iniziato a prendere coscienza della truffa e si è lasciata andare ad un urlo di paura. Troppo tardi però. L’aggressore l’ha minacciata con un coltello per poi scappare con la refurtiva. 

Le forze dell’ordine l’hanno però prontamente braccato nella sua vera abitazione ed hanno recuperato gli oggetti preziosi sottratti alla signora. Senza opporre resistenza ha ammesso di essere coinvolto nella vicenda, anche perché a suo carico figurano già altri precedenti analoghi.

LEGGI ANCHE >>> Trova gioielli mentre sgombera una cantina ma commette un grave errore…

Tra gli agenti adesso aleggia il forte dubbio che possano esserci state altre truffe e raggiri di questo genere. Sono infatti molti gli italiani che in questo momento di particolare difficoltà hanno attinto dai gioielli di famiglia per poter “respirare” un po’. Dunque non è da escludere che anche altre persone possano aver subito il medesimo trattamento senza però avere giustizia.