Trova gioielli mentre sgombera una cantina ma commette un grave errore…

Un 41enne si è imbattuto nei preziosi mentre sgomberava la cantina di un’abitazione. Tenta di rivenderli ma si tradisce appena vede la Polizia: denunciato.

Gioielli oro

La ricerca di un tesoro ha popolato l’immaginario collettivo da tempi ancestrali. Figurarsi se imbatterci in uno scrigno di preziosi dovesse capitarci riordinando la cantina di casa. Ecco, a Torino è successo qualcosa del genere. Il problema è che la persona che ha rinvenuto i preziosi non era il proprietario della cantina e nemmeno un esploratore né un avventuriero. Si trattava piuttosto di un operaio, 41enne di origine peruviana, che ha notato un contenitore di oggetti preziosi (oro e gioielli) mentre svuotava la cantina di un’abitazione.

Parte di quanto contenuto nello scantinato doveva essere smaltito ma, evidentemente, non quanto conservato in quella particolare scatola. E va detto anche che l’uomo non l’ha nemmeno trovata subito ma solo quando, una volta nel suo garage, ha iniziato a controllare parte del mobilio da smaltire che vi aveva portato.

Stupore, certo. Ma, come si suol dire, l’occasione fa l’uomo ladro e stavolta è andata esattamente così. Facendo finta di niente, l’operaio ha deciso di non riconsegnare i preziosi ai legittimi proprietari ma di metterli in una borsa e cercare di piazzarli a un compro oro, così da guadagnarci qualcosa sopra. La sorte, però, aveva già deciso diversamente. E’ accaduto così che, mentre si recava a vendere i gioielli, l’uomo si sia imbattuto in una volante, iniziando ad assumere atteggiamenti nervosi e cercando di cambiare strada.

LEGGI ANCHE >>> Vive in una baracca: al risveglio scopre il tesoro che trasforma la sua vita

LEGGI ANCHE >>> Chi è in difficoltà vende l’oro di famiglia e c’è chi li truffa: attenzione

Trova gioielli mentre sgombera una cantina: prova a rivenderli e viene denunciato

I poliziotti, agenti del commissariato San Secondo, insospettiti hanno deciso di fermarlo per un controllo di routine, rinvenendo subito la tracolla piena dei preziosi. Inizialmente l’uomo ha affermato che fossero suoi e di aver intenzione di venderli. Una ricostruzione che non ha convinto i poliziotti (anche per via di alcuni oggetti, chiaramente riconducibili a un battesimo e a una donna), che hanno disposto una perquisizione in casa sua. Qui, in un armadio, sono state recuperate decine di portagioie vuoti.

A quel punto, messo alle strette, l’uomo ha confessato, ricevendo una denuncia per furto aggravato. Il maltolto è stato restituito alla legittima proprietaria, ignara che quei preziosi si trovassero nella sua cantina.