Il bonus cashback sarà legato al reddito. Ma come funzionerà il tutto? Giusto entrare nel dettaglio e nello specifico della questione.

bonus cashback
(Fonte: Pixabay)

Il bonus cashback è senza alcun dubbio uno degli argomenti di discussione degli ultimi mesi. Un bonus che ha fatto chiacchierare, che non ha convinto in molti e che ha scatenato numerose polemiche. Ma di che cosa si tratta?

Ciò che va detto è che la misura sembra essere al centro di modifiche e di restyling che potrebbero cambiarne la portata e la capacità di incidere. Il riferimento è in primis alla mozione presentata negli scorsi giorni da Fratelli d’Italia. Questa, che prevedeva di destinare le risorse ai ristori agli esercenti maggiormente colpiti dalle restrizioni anti Covid adottate dal nostro Paese, è stata respinta. Insomma, qual è ora la situazione? Giusto fare il punto della situazione ed entrare nel dettaglio e nello specifico.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Cashback: i furbetti continuano ad agire, ma il tempo è quasi scaduto

Bonus Cashback, ecco come legarlo al reddito

(Fonte: Pixabay)

Il problema dei furbetti del cashback, mette fin troppo bene in evidenza come questa forma di sussidio abbia delle falle. Falle che possono essere sfruttate per ottenere un maggior rimborso. Va detto tra l’altro che i metodi utilizzati sono perfettamente legali. Ed è per tutti questi motivi che vanno studiati dei possibili correttivi. Per esempio, si è pensato a un algoritmo “scova furbetti” o all’introduzione della soglia minima dei pagamenti. Questo può essere un modo da evitare il fenomeno delle micro-transazioni. Ma le idee potrebbero essere tante.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Cashback, raddoppiare è possibile: ecco come ottenere il 20% di rimborso

Una strategia giusta e corretta sembrerebbe quella di legare il bonus cashback al reddito. Un modo per evitare che ci sia una cifra troppo alta per chi ha un reddito alto. Questo sarebbe una modalità per provare a risparmiare delle risorse finanziarie. Va detto che al momento si tratta solamente di una mera proposta in fase di discussione in Parlamento, ma che potrebbe diventare reale e concreta. Una proposta che potrebbe rendere la misura del bonus cashback meno esosa. Non resta che attendere quello che succederà e quello che accadrà.