Mutuo, i tassi sono ottimi, ai minimi storici, ma le banche rendono comunque difficile arrivare subito ad una richiesta

Mutuo (Fonte foto: web)

Ottenere un mutuo oggi è diventato molto più difficile, ma non in termini di requisiti: è infatti sempre più complicato riuscire ad avere un appuntamento in banca. In un momento dove i tassi sono convenienti, i dipendenti non riescono ad incontrare tutti i clienti, con la domanda per i mutui, salita del 2,8% nell’anno 2020 e che non sembra voler calare, nonostante la pandemia.

A rendere scomoda la richiesta inoltre, è quasi sempre il consiglio delle banche ad unire delle polizze non volute, ai mutui, che spesso vengono fatte passare come fondamentali per la richiesta del mutuo stesso. Sono tante, le trappole a cui bisogna far attenzione quando si tratta di mutui, come anche il piano di ammortamento che in alcuni casi è usurario.

Leggi anche>>> Contanti o mutuo per la casa: ecco la grande mossa da fare

Mutuo online? Non per tutti, ma le banche non potrebbero

Offrire una polizza accanto alla possibilità di accendere un mutuo è possibile, ma in tal caso la banca deve dare 10 giorni al cliente, bloccando la propria offerta, per dargli tempo di valutare altre alternative. E non solo: la banca deve anche offrire almeno due diverse alternative, per dare appunto spazio di decisione al proprio cliente, cosa che non accade realmente spesso. Ma c’è anche un errore che le banche possono commettere: in tal caso, i clienti non dovrebbero più pagare nemmeno un euro di mutuo.

Andiamo poi sulla richiesta di polizze, online. Al momento, alcune indagini hanno portato a conoscenza dei clienti, che solo 9 siti su 15 consentono il preventivo online, cosa che invece dovrebbe essere ovvia in periodi come questo. Tra l’altro, di quelli positivi, soltanto due poi, danno l’opportunità di rendere formale la richiesta di mutuo via web, con firma digitale, e quindi concludendo tutto l’iter in rete.

Leggi anche>>> Mutuo, stangata in arrivo: torna l’incubo del rialzo dei tassi

Alcune banche tra l’altro, offrono l’opportunità di fare tutto via web, solo a chi è correntista, ma questo fa sì che violino le normative. Tornando alle polizze, una di quelle più gettonate accanto alla richiesta di mutuo è quella sulla vita, anche se sempre indicata come facoltativa, ma i dipendenti bancari uniscono invece spesso, quella sulla casa all’interno del preventivo. Ed è qua che il cliente è portato a credere che sia obbligatoria e spesso ad accettarla inconsapevolmente.