Trading online, ci fidiamo delle piattaforme? Ma attenti alla truffa

Il trading online nel 2020 ha registrato numeri da record: non tutti però ne sono esperti, quindi occhio ai rischi

Trading online, ci fidiamo delle piattaforme? Ma attenti alla truffa
Trading-online (Fonte foto: web)

I più avvezzi all’uso della tecnologia, hanno ben presto imparato a navigare sui siti di trading online, che nel 2020 hanno avuto un vero e proprio boom, forse vista la facilità con cui gli avventori pensano di fare soldi standosene seduti in casa. Ogni sito attira a sé i clienti con bonus e specchietti per le allodole vari, ma di quali fidarsi?

Logicamente ora, non bisogna averne paura e pensare che tutti possano essere una truffa, ma quanto meno, come per tutte le cose, bisogna fare tanta attenzione. Da dire anche che vista l’enorme mole di clientela che ormai si propaga su di essi, tutti questi portali sono in continuo miglioramento, sotto vari aspetti.

Leggi anche>>> Truffe e trading online, la scure della Consob si abbatte su 340 siti

Come funziona il processo di trading online

Queste app non sono altro che software che supportano il trading di CFD, cioè il Contratto per differenza. Questo tipo di trading prevede una specie di trattativa, una negoziazione, dove la persona che investe, non è in possesso di azioni o capitali, ma le sarà permesso intuire in che direzione andrà il prezzo.

Il funzionamento si attiva grazie al bot automatico che si basa su algoritmi matematici. Sarà lo stesso bot in pratica, a fare le operazioni, quindi anche il guadagno non è sicuro, ci si basa su un investimento “a scatola chiusa”. Ma appunto, c’è anche chi rischia di più, infatti col trading online c’è chi si è ritrovato il contro prosciugato. Per questo il consiglio è quanto meno di documentarsi sui siti migliori e sul funzionamento di questi investimenti, prima di iniziare.

Leggi anche>>> Guadagni miracolosi con il trading online: truffa smascherata da Striscia

Per poter iniziare, è necessario seguire dei passaggi specifici:

  • registrazione;
  • assegnazione del broker;
  • verifica dati;
  • configurazione;
  • deposito iniziale.

Da dire, che le piattaforme che si occupano di questa tematica, sono molto avanzate in termini di trattamento dei dati e sicurezza. Inoltre, per tutte è possibile usare la modalità demo, con cui chi non ha mai fatto passi su questi siti, potrà imparare con calma, prima di entrare nella realtà di spostamento di moneta virtuale, riducendo i propri rischi.