Ecco chi potrà effettuare la richiesta per il rimborso del carburante e quali sono le date entro quali presentarla

Rimborso carburante (Fonte foto: web)

Il software per presentare la dichiarazione per il rimborso del carburante, cambia, rinnovandosi. La scadenza per richiedere l’agevolazione è il 30 aprile 2021, mentre il 30 marzo scorso, a diramare le istruzioni, è stata la stessa Agenzia delle Dogane e Monopoli.

Dal portale, sarà possibile compilare la nuova dichiarazione per il primo trimestre del 2021. Il rimborso del carburante previsto, sarà pari a 214,18 per mille litri di prodotto, relazionato ai consumi partiti tra 1° gennaio ed il 31 marzo 2021. Ma ci sono anche altri modi per risparmiare sul carburante, senza dover attendere i rimborsi.

Leggi anche>>> Agenzia delle Entrate, arrivano i rimborsi: pronti 245 euro per le 104

Rimborso del carburante: a chi è riservato

Lo speciale rimborso, sarà conseguito dalle attività che effettuano: trasporto merci con veicoli di massa massima complessiva pari o superiore a 7,5 tonnellate, e con le apposite tipologie di guidatore; trasporto di persone, con quattro diversi soggetti; ed anche trasporto di persone portate a termine da enti pubblici o imprese esercenti trasporti a fune in servizio pubblico.

Certo, in un periodo come questo, servirebbero a tutti dei tagli sul carburante. I continui innalzamenti di prezzo su benzina e diesel iniziano a far arrabbiare le associazioni dei consumatori. Per poter richiedere l’indennità, entro il 30 aprile 2021, dovrà presentare le dichiarazioni sull’uso del gasolio per autotrazione agli Uffici delle Dogane da ritrovare, a seconda del territorio di competenza.

Leggi anche>>> Nessun condono sulle cartelle esattoriali: chi resta deluso

Da non dimenticare, per chi volesse presentare la domanda, di specificare la modalità di fruizione, che può essere, restituzione in denaro, 214,18 per mille litri di prodotto; o compensazione. Per quanto riguarda la richiesta, se si volesse utilizzare il Modello F24, il codice tributo da usare è 6740. Qualora si scegliesse l’accredito su un diverso Stato facente parte dell’Unione Monetaria Europea, allora indicheremo Bic ed Iban.