Buone notizie per tutti coloro che desiderano uscire anticipatamente dal mondo del lavoro. È infatti possibile andare in pensione all’età di 60 anni. Entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Pensionati inps estero
adobe

Tra bollette da pagare, impegni famigliari e imprevisti di vario genere, sono davvero tante le cose a cui dover prestare continuamente attenzione. Se tutto questo non bastasse bisogna fare i conti con le varie richieste sul posto di lavoro, che finiscono inevitabilmente per incidere sulla nostra vita privata. Proprio per questo è facile capire come mai siano in molti a non vedere l’ora di andare in pensione, in modo tale da poter finalmente staccare la spina e dedicarsi alle proprie passioni. In tal senso vi è un grande interesse per quelle che saranno le decisioni che verranno prese dall’attuale governo in vista delle prossima riforma delle pensioni.

Il prossimo 31 dicembre, infatti, si dovrebbe dire addio a quota 100, con molti lavoratori che iniziano pertanto a porsi delle domande in merito al proprio futuro. Per accedere al trattamento pensionistico, infatti, è necessario essere in possesso di determinati requisiti, sia dal punto di vista anagrafico che contributivo. Proprio in questo ambito interesserà sapere che in alcuni casi è possibile uscire anticipatamente dal mondo del lavoro. In particolare è possibile andare in pensione anche all’età di 60 anni. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Lavoratori notturni, andare in pensione in anticipo è possibile: ecco come

Andare in pensione nel 2021 a 60 anni è possibile: tutto quello che c’è da sapere

Chi può andare in pensione a 61 anni, spedendo la domanda entro maggio
Pensione (Fonte foto: web)

Come già detto è possibile uscire anticipatamente dal mondo del lavoro grazie a delle misure ad hoc. In particolare possono andare in pensione all’età di 60 anni i lavoratori con 41 anni di contributi, purché 12 mesi di contributi siano stati maturati prima che avessero compiuto 19 anni. L’accesso alla pensione precoce, inoltre, è limitata alla presenza di determinate condizioni, ovvero:

  • lavoratori registrati presso la previdenza obbligatoria prima dell’anno 1996;
  • iscritti nella categoria debole, invalidi con percentuale di almeno il 74%; addetti ai lavori gravosi usuranti o notturni; disoccupati di lungo periodo o caregivers.

LEGGI ANCHE >>> Pensioni, quota 41 a rischio? Ecco cosa potrebbe accadere con il Governo Draghi

Andare in pensione all’età di 60 anni nel 2021, quindi, è possibile. Se siete in possesso di tali requisiti, quindi, potete presentare apposita domanda e uscire anticipatamente dal mondo del lavoro.