Buone notizie per tutti coloro che devono cambiare il proprio televisore, in quanto possono beneficiare del bonus TV. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Cambiare il vecchio televisore per i nuovi parametri: fallo con il Bonus TV
Televisori (Fonte foto: web)

La televisione è presente ormai in quasi tutte le case, tanto da essere uno dei mezzi di comunicazione più utilizzati. Grazie a questo apparecchio, infatti, possiamo ricevere informazioni di vario tipo, a partire dalle notizie più importanti, fino ad arrivare a trasmissioni all’insegna dello svago, tra cui si annoverano ad esempio film, eventi sportivi e tanto altro ancora. A prescindere dal tipo di trasmissione che ci piace seguire, può capitare in alcuni casi di dover fare i conti con alcuni problemi di carattere tecnico, come ad esempio una televisione non più in grado di trasmettere tutti i canali.

In tal senso è bene ricordare che è iniziato il graduale passaggio al nuovo digitale terrestre, con gli abitanti di alcune Regioni che hanno già dovuto provvedere a sintonizzare i canali. A partire da settembre 2021, infatti, il vecchio digitale terrestre verrà sostituito completamente dal nuovo. Si avrà pertanto tempo fino al 30 giugno 2022 per concludere la fase di passaggio. Un cambiamento che non può passare di certo inosservato, con molti che si ritrovano a dover cambiare il proprio televisore. Proprio in questo contesto, quindi, giunge in aiuto il bonus tv. Ma come funziona e chi ne ha diritto? Entriamo nei dettagli e scopriamolo assieme.

LEGGI ANCHE >>> Governo Draghi, confermati i bonus senza ISEE: tutto quello che c’è da sapere

Bonus TV, importanti novità in arrivo: chi ne ha diritto e come funziona

Tv
Foto di StockSnap da Pixabay

Grazie alla Legge di bilancio 2021 è stato approvato il Bonus TV, che sarà disponibile fino al 31 dicembre 2022 o comunque fino all’esaurimento delle risorse, pari a circa 150 milioni di euro. Si tratta, ricordiamo, di un contributo di 50 euro, di cui è possibile usufruire nel caso in cui si acquisti un televisore in grado di ricevere i programmi trasmessi con la nuova tecnologia DVB-T2.

Come già detto tale incentivo sarà disponibile fino all’esaurimento delle risorse. Proprio per questo motivo, come sottolineato dal ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, si rende “necessaria una riflessione su come potenziare il Bonus tv“. Il governo Draghi, infatti, starebbe pensando ad un potenziamento di tale misura, in modo tale da venire incontro ad un maggior numero di persone.

LEGGI ANCHE >>> Covid, buoni spesa da 700 euro in arrivo: tutto quello che c’è da sapere

Per beneficiare del bonus tv, ricordiamo, bisogna avere un Isee con un valore massimo pari a 20 mila euro l’anno. Una volta deciso quale tv acquistare, bisogna rendere noto al venditore la volontà di accedere al contributo. I 50 euro, quindi, verranno erogati sotto forma di sconto sul prezzo del televisore. Lo scopo, ricordiamo, è quello di incentivare lo smaltimento dei vecchi apparecchi, che non sono in grado di ricevere i programmi trasmessi con le nuove tecnologie DVB-T2.