Calcioscommesse, il pentito confessa: “Aggiustare una partita? In questo modo..”

Giri di milioni di euro con le scommesse: ancora oggi si taroccano le partite di calcio, lo afferma l’ex giocatore

Come guadagnare milioni di euro 'aggiustando' le partite
Bandierina del fuorigioco (Fonte foto: web)

Potrebbe nascerne una nuova bufera, anche se il diretto interessato non nomina squadre e calciatori. Di oggi, le dichiarazioni di un pentito del calcioscommesse, a ilgiorno.it, che parla di partite truccate. Anzi, la persona in questione dice proprio che non c’è da stupirsi, se ancora oggi si parla di risultati indirizzati. L’ex calciatore, dice che tanti suoi ex compagni e presidenti compresi facevano parte del sistema, dove lui è stato un capro espiatorio, ma non l’unico a truccare.

Ed anzi, il calciatore afferma che oggi le cose andrebbero persino peggio. Nella speranza che le sue siano solo parole di rabbia, non si può non affermare che queste facciano molto riflettere, visto che ancora oggi per assistere alle partite in tv si paga un prezzo anche cospicuo, per non parlare delle scommesse. Immaginate scommettere su gare già decise?

Leggi anche>>> Si ritrova con 15 mila euro in meno sul conto: medico sotto shock

Giri di milioni di euro: ma come truccano le partite?

Negli ultimi mesi, anche se a causa delle restrizioni sono chiusi i centri scommesse, la Procura ha messo nel mirino alcune gare di B e C, sempre con la possibilità che ci fosse qualcosa dietro ai risultati finali. Ecco cosa dice a tal proposito l’ex calciatore: “La serie C è declassata, allo sbando, lasciata a se stessa. Poco importa se siano squadre del sud o del nord. E la ‘pandemia’ ha peggiorato la situazione. Ci sono presidenti che non pagano stipendi da 5-6 mesi, e quando un calciatore nella migliore delle ipotesi guadagna 3-4000 euro dove li trova i soldi per mangiare e pagare l’affitto? Finisce per taroccare le partite, magari vendendosi”.

A questo punto, non ci sarebbe nemmeno più da sorprendersi davvero, visto che chi è stato indagato in passato, afferma che con tranquillità, nulla è cambiato ora. Le truffe quindi avvengono sempre in più modi, dagli Sms alle scommesse, oggi si truffa persino con i Bitcoin. Ma come si fa a truccare effettivamente una gara?

Leggi anche>>> Il caso della studentessa escort: “Prendo 6 mila euro al mese, 5 anni e smetto”

Ci risponde proprio il pentito: “Non è necessario corrompere squadre intere, bastano i calciatori più rappresentativi, ovvero il portiere, il difensore e l’attaccante. Meglio se uno dei tre è il capitano. Nella maggior parte dei casi tutto va tutto liscio anche perché oggi non si punta solo sul risultato finale, ma su una serie di ‘eventi’, dal calcio d’inizio al primo angolo o al primo ammonito fino alla prima sostituzione. Ovviamente in Italia i bookmakers non offrono tutta questa scelta, devi affidarti ai siti stranieri, soprattutto asiatici, dove scommetti su tutto in tempo reale per una settantina di possibilità. Devi registrarti e una puntata fino a 1000-2000 euro ci può stare, ma quando sali e vai oltre devi avere le conoscenze giuste. E qui arriva la parte pericolosa…”.

Da quello che afferma l’ex atleta, al centro di tutto ci sarebbe la mafia cinese, che ha interessi nelle scommesse a livello mondiale. Quanto guadagna un giocatore che trucca una gara? 20.000 a singolo evento in Serie C, 60.000 se sei in B. In Serie A, per una sola gara, guadagni 250.000 euro.

Impostazioni privacy