Italiani emigranti: quali sono i Paesi più scelti per cambiare vita

Viaggiare
Fonte foto: web

Dove se ne vanno gli emigranti italiani? Forse non immaginiamo tutte le nazioni che ospitano i nostri connazionali

Viaggi in aereo (Fonte foto: web)

Quante volte abbiamo recepito notizie su città dove c’è un folto gruppo di italiani? E non parliamo solo di chi va in Erasmus per poi fare ritorno, ma proprio degli emigranti. Negli ultimi decenni sono tantissimi ad essere partiti dall’Italia per trovare fortuna altrove, ed i giovani d’oggi continuano a farlo.

Due cose potrebbero in tal senso, essere congruenti: il grandissimo taglio di personale atteso da Alitalia, potrebbe portare a nuovi viaggi verso l’estero per trovare fortuna ed anche a non compierli proprio con la compagnia di bandiera italiana, che potrebbe dimezzare anche la flotta.

Leggi anche>>> Elon Musk sempre più giù: ennesimo crollo del patrimonio

Emigranti italiani: dove vanno tutti?

Secondo un’indagine compiuta da Business Insider, andando a ricercare i dati dell’Anagrafe degli italiani residenti all’estero, nel 2019 un grande esodo, ha portato 198mila italiani circa a lasciare il Paese per cercare fortuna altrove. Un aumento, rispetto all’anno precedente, del 3,6%. Dal Sud sono partite il 48,1% delle persone, con in testa Campania, Puglia e Sicilia. Le Regioni da dove si è partito meno sono Lombardia ed Emilia-Romagna.

Per i prossimi tempi c’è una notizia, stavolta buona, ancora per quanto riguarda la possibilità di spostarsi e viaggiare. Infatti, l’Unione Europea sta pensando alla Green Pass, una carta che attrae tre diversi certificati, e che ci consentirà di viaggiare, se non siamo positivi al Covid.

Leggi anche>>> Sempre di più le imprese made in Italy schierate contro il coronavirus

Ma parliamo di chi invece, è già partito dal nostro Paese. I Paesi più scelti negli anni, sono stati: Argentina, Germania e Svizzera. Per quest’ultimo Paese, gli italiani rappresentano il 7,5% della popolazione. Altri Paesi esteri dove c’è una forte presenza di italiani sono, Lussemburgo e Uruguay. Moltissimi anche in Brasile, Francia e Regno Unito e percentuali leggermente inferiori per Sudafrica, Israele, Messico ed Irlanda.