Instagram: il metodo per recuperare i post cancellati erroneamente

Post, foto e video su Instagram cancellati per sbaglio? Nessun problema, grazie ad una nuova funzione puoi recuperare i contenuti più recenti

Instagram
Fonte Pixabay

Instagram fa un ulteriore passo verso gli utenti. Il social network di proprietà di Facebook ha introdotto una nuova funzione che era stata richiesta da diverso tempo. D’ora in poi sarà possibile recuperare i post cancellati dal proprio account.

Lo si potrà fare entro 30 giorni se i contenuti in questione sono foto, video, reels e video IGTV. Per quanto concerne le stories il tempo è decisamente più limitato. Si può fare entro 24 ore dalla cancellazione.

Al momento “l’esperimento” è partito solo negli Stati Uniti, ma il team di Instagram ha annunciato che a breve l’innovazione sarà introdotta anche in Europa e quindi in Italia. Vediamo in che modo è possibile evitare di perdere definitivamente i contenuti pubblicati sul noto social network. 

LEGGI ANCHE >>> Nuove truffe online: ora si diffondono anche su Instagram

LEGGI ANCHE >>> I tuoi post su Instagram valgono una fortuna: come verificarlo su questo sito

Instagram: il segreto per recuperare i post cancellati entro 30 giorni

A tal proposito è stata creata la cartella “Eliminati” dove vanno a finire i post cancellati per errore o da qualche impostare che si è impossessato del nostro profilo. Per poter trovare questo file bisogna andare su impostazioni e successivamente cliccare su account, dopo di che apparirà “Eliminati di recente”.

Si può ripristinare il post solo in seguito alla verifica della propria identità. Al contempo si può anche decidere di far sparire definitivamente un determinato contenuto, un po’ come avviene dal cestino del Pc. Anche in questo caso Instagram, vuole sapere se è realmente il proprietario dell’account ad effettuare l’operazione.

Dunque, una modalità che non fa altro che aumentare il livello di sicurezza dello strumento più utilizzato per le pubblicazioni multimediali. Un modo per controllare le azioni compiute e ridurre le possibilità di intervento da parte di hacker e malintenzionati.