Le linee guida per riconoscere le truffe luce e gas. Come riconoscerle e soprattutto come proteggersi da questi attacchi sempre più frequenti

Truffe luce e gas

Sono sempre più numerose le truffe che vanno ad intaccare il patrimonio dei consumatori. Per far leva su una fetta più consistente di individui, si mira spesso alle utenze di luce e gas, ovvero un tema di interesse collettivo.

In tanti pensando di essere contattati da operatori delle aziende di fornitura di elettrica o di gas, si fanno raggirare e ci rimettono cifre di non poco conto. In realtà però con un po’ più di attenzione si potrebbe evitare di incappare in queste spiacevoli situazioni, che generano sconforto e rabbia al tempo stesso.

LEGGI ANCHE >>> Come non incorrere in truffe telefoniche: ecco i trucchi dei call center

LEGGI ANCHE >>> Truffe online: attenzione ai possibili imbrogli sui gruppi Facebook

Truffe luce e gas: per riconoscerle bisogna sapere come avvengono

La prima regola da seguire è quella di diffidare da coloro che promettono grandi risparmi e che chiedono in maniera spudorata ed insicura i nostri dati sensibili. Di fronte a queste richieste è bene interrompere la comunicazione all’istante.

Per poter evitare le truffe è però importante sapere come avvengono. Solo in questo in questo modo è possibile evitare i raggiri. In virtù dell’emergenza covid sta andando in disuso la pratica del falso consulente che bussa alla porta. Qualora dovesse capitare bisogna ricordare di chiedergli di mostrare il tesserino della compagnia per cui lavora. In generale a prescindere da eventuali truffe, è buona pratica non aprire la porta ad estranei. Non si può mai sapere che intenzioni hanno.

Sicuramente più in auge i tentativi di phishing tramite Sms o email. Qui la disposizione è una e va recepita bene. I link ipertestuali di messaggi (preceduto da un testo che millanta alcuni problemi) che ci vengono recapitati in questo modo non devono essere aperti per nessun motivo al mondo. Non è una pratica riconducibile ad un’azienda seria. Qualora ci insorgano delle complicazioni si faranno vivi in altri modi.

L’altra opzione è quella del call center, che “stranamente” sono sempre sicuri di proporre delle tariffe di luce e gas più vantaggiose. In quel caso ci si rende conto dell’inganno dai lunghi soliloqui (in molti casi privi di significato) e soprattutto dalla richiesta dei dati del conto corrente. Nessuna compagnia vera li chiederà mai durante una conversazione telefonica.