Un sessantatreenne ha messo a segno un colpo in un supermercato di Quinto, nel Genovese. Successivamente, però, non gli va tanto bene…

polizia

Era riuscito a piazzare il colpo, seppur di entità molto esigua, ma il vizietto dell’alcol lo ha tradito proprio quando sembrava fatta. Una vicenda paradossale quella avvenuta in un supermercato di Quinto, a Genova, dove un uomo di 63 anni era riuscito a intrufolarsi mischiato alla clientela e a scappare con la sua spesa senza pagare nulla. Un colpo riuscito, commesso però davanti a tutti, tanto da essere facilmente riconoscibile. Tuttavia, era passata quasi una settimana da quel furto, senza che fosse stato messo il sale sulla coda dell’uomo.

Forse l’euforia di aver messo a segno un colpo riuscito o probabilmente la mente ottenebrata da qualche goccio di troppo, il sessantatreenne aveva deciso di tornare nuovamente in quel supermercato. Stavolta, però, gli addetti non si sono fatti sorprendere, anche perché l’uomo si sarebbe presentato ubriaco fradicio, quindi non in grado di mettere a segno un altro colpo. Ci ha provato comunque, tentando di portarsi via una “refurtiva” dal valore complessiva di 39 euro.

LEGGI ANCHE >>> I 5 conti corrente online tra cui scegliere questo mese

LEGGI ANCHE >>> Reddito di Cittadinanza marzo, si parte da domani: a chi spetta

Ruba in un supermercato poi ci ritorna da ubriaco: beccato con “refurtiva” da 39 euro

Inutile dire che il tentato furto è finito ben prima che l’uomo si avvicinasse all’uscita. Il responsabile del supermercato, infatti, lo ha subito individuato, ricordandosi il precedente di una settimana prima e, senza perderlo di vista, lo ha seguito tramite le telecamere. Quando i movimenti hanno confermato i suoi sospetti, lo ha raggiunto e lo ha fermato, quando era già oltre la barriera delle casse. Nella borsa, quattro latte di olio extravergine di oliva, per un totale di 39 euro non pagati.

Il responsabile del supermercato ha chiamato la Polizia che, dopo essere intervenuta, ha comminato al ladruncolo due multe: una per il furto e l’altra per stato di ebbrezza. Decisamente una seconda volta poco fortunata per il sessantatreenne che, laddove non lo avesse ancora fatto la sua faccia, ha attirato l’attenzione per la sua ubriachezza.