Nel bonifico c’è un errore: cosa possiamo fare in questi casi?

Cosa succede se la procedura di bonifico dovesse comprendere un errore? Ne caso di un bonifico on line, poi? Quali rischi?

Bonifico
Bonifico (Adobe)

Il bonifico, il trasferimento di soldi da un conto all’altro insomma, è ormai pratica sempre più comune, praticamente in ogni contesto ed in ogni realtà. La presenza ormai variegata e completa di un’offerta anche di carte prepagate che consento attraverso un iban il trasferimento sicuro di soldi, per quel che riguarda il pagamento di una prestazione professionale o per qualsiasi altra cosa, ha reso lo strumento di pagamento, il metodo, sempre più diffuso ed accettato.

Il metodo di pagamento di cui parliamo, può tranquillamente essere utilizzato con relative agevolazioni anche all’estero, in quei paesi cosiddetti “Sepa”, che rientrano cioè nel Single Euro Payments Area. Tali paesi sono suddivisi di fatto in tre grossi gruppi, in base ad una serie di fattori. Al primo gruppo appartengono i paei dell’Unione Europea, cioè Austria, Belgio, Cipro, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Slovacchia, Slovenia e Spagna. Al secondo, invece, gli stati che fanno parte si dell’unione ma che non utilizzano l’euro, e cioè: Bulgaria, Croazia, Danimarca, Polonia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Svezia e Ungheria.

Ultimo gruppo, per i paesi con i quali persistono accordi speciali riguardo la circolazione dell’euro: Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Principato di Monaco, Svizzera e San Marino.

LEGGI ANCHE >>> Bonifico al figlio, occhio all’errore: il gesto che potrebbe costarvi caro

LEGGI ANCHE >>> Bonifico senza causale, occhio alla fregatura: ecco cosa c’è da sapere

Nel bonifico c’è un errore: ecco cosa potrebbe succedere

La procedura di invio di denaro attraverso bonifico è piuttosto semplice ed abbastanza sicura in ciò che potrebbero essere dubbi ed incertezze. Attraverso un conto corrente si può tranquillamente passare all’invio di denaro presso un altro conto corrente. La procedura si può effettuare tramite filiale bancaria o tramite sito web della propria banca di appartenenza o al massimo app. Inserire i dati del beneficiario, l’iban e la banca di riferimento, ed il gioco è fatto.

Nel caso di errori, non è certo che possa esserci un annullamento immediato dell’operazione, ciò dipende da banca a banca, considerato che bisogna prendere in ipotesi anche la possibilità del bonifico istantaneo, cioè efficace nell’immediato, senza dover attendere i fatidici due giorni. Per un numero, per aver mal digitato uno dei componenti dell’iban si potrebbe dunque incappare in una sgradevole situazione. Chiaramente per la buona riuscita dell’operazione di annullamento c’è bisogno anche del buon senso del destinatario erroneamente coinvolto. Se ciò non dovesse avvenire, allora le vie legali, sarebbero l’unica soluzione a disposizione.