L’ultima frontiera della truffa on line arriva direttamente sul portale, finto, dell’Inps. Ecco come annullare ogni rischio.

Bonus Inps

La truffa viaggia veloce e chi vuole truffare è sempre purtroppo un passo avanti. Gli organi competenti hanno segnalato un nuovo tentativo di frode che simula nei minimi dettagli, tranne chiaramente impercettibili, in genere, errori o anomalie di scrittura, i sito web Insp. L’utente, in pratica, viene condotto attraverso il classico utilizzo di link creati ad hoc, verso un portale fasullo, da dove inserendo le proprie credenziali, ci si può esporre a grossi rischi.

Apparentemente, l’email di contatto nei confronti dell’utente che si vuole truffare si presenta come una richiesta di aggiornamento dei dati personali per ottenere un fantomatico rimborso. In quella fase, all’utente verrà chiesto di inserire i propri dati di accesso personali e nello stesso momento verrà condotto verso un sito web del tutto fasullo che simulerà in tutto e per tutto il reale portale Inps. Da premettere che tale comunicazione, avrà come mittente l’Agenzia delle Entrate, tutto curato nei minimi dettagli per indurre l’utente a cadere nella trappola.

LEGGI ANCHE >>> C’è un nuovo prezioso Bonus dell’Inps, si chiama Mamma: chi potrà riceverlo

LEGGI ANCHE >>> Date INPS: tutti i pagamenti di marzo 2021

Truffa Inps: ecco come evitare di cadere nella rete dei truffatori

Truffa Inps
Truffa Inps

Come si può notare, la mail si presenta in tutto e per tutto fedele ad una comunicazione ufficiale da parte dell’Agenzia delle entrate. Chiaramente, però, è molto semplice andare a scoprire quali sono i “buchi” di questa fasulla comunicazione. E’ evidente, come regola generale per la vostra sicurezza, che prima di inserire alcun dato sensibile circa la vostra persona. Bisogna effettivamente andare a comprendere la natura del reindirizzo web. Questo è molto semplice, basta andare a confrontare l’indirizzo di destinazione sulla barra in alto della pagina web con il reale indirizzo dell’Agenzia delle Entrate o dell’Inps, sarà facile rendersi conto che la truffa ha in realtà le sue falle.

In ogni caso, è opportuno attivare tutte le impostazioni di protezione da siti che inducono a truffe e quant’altro attraverso le impostazioni del vostro browser. A quel punto non resta che diffidare da pagine web di incerta provenienza, confrontando, come anticipato i reali domini web delle pagine. A quel punto occorre sempre massima allerta, in ogni caso, molto attenti e segnalare, in caso di truffa, alle autorità competenti quanto avvenuto.