Un aiuto studiato ad hoc per fronteggiare la crisi economica e sociale. Entra in vigore il nuovo bonus INPS 2021 riservato a tutte le mamme d’Italia.

Bonus in arrivo dall’INPS. 800 euro alle donne che diventeranno madri quest’anno. La legge di bilancio 2021 ha introdotto un bonus rosa, valido anche per le adozioni e gli affidamenti. Quest’iniziativa, nata nel 2017 prende il nome di “bonus mamma domani,” e può essere richiesto dalle neo-mamme a partire dal 1° gennaio, al compimento del settimo mese di gravidanza (inizio dell’ottavo mese di gravidanza) o alla nascita, adozione o affidamento preadottivo. Il fine del bonus è quello di incentivare le nascite, proprio in un paese con bassa natalità come il nostro. Ma come si richiede? Scopriamolo insieme.

 

LEGGI QUI >>> Cashback: finalmente spiegato il motivo per cui sparisce il Superbonus

LEGGI QUI >>> Reddito di Cittadinanza, denunciate 239 persone: l’Inps non scherza più

Come funziona il bonus Mamma?

Le mamma che avranno un bambino fino al 31 dicembre 2021 potranno richiedere il relativo bonus da 800 euro. Per richiedere il bonus, è necessario compilare una richiesta scritta poiché il bonus non si attiverá esclusivamente per effetto della nascita o l’adozione. Va richiesto entro un anno dal verificarsi dell’evento nascita, adozione o affidamento; può essere presentata anche in anticipo, ossia al settimo mese di gravidanza.

Come si richiede il bonus?

Tutte le donne possono richiedere il bonus a patto che si rispettino alcuni requisiti.
La famiglia potrá richiederlo dal settimo mese di gravidanza o nel momento in cui si sia preso in affido o adottato un bambino. Non ha vincoli di reddito, per cui può essere presentata l’istanza per ogni figlio nato. La domanda potrà essere compilata sul sito Inps tramite Spid oppure in alternativa ci si potrá recare presso un patronato o un CAF. L’istanza presentata tramite i servizi online dell’Inps, potrà essere  tracciata per verificare lo stato della domanda .