Quali sono i pagamenti che erogherà l’INPS nel mese di marzo e quali, tutte le date che ci possono interessare

Date INPS: tutti i pagamenti di marzo 2021
INPS (Fonte foto: web)

Pensioni di aprile anticipate per l’INPS, come conferma il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli. Anticipo delle pensioni da parte delle Poste, atto ad aiutare la gestione e il contenimento dell’emergenza epidemiologica Covid-19. Le date che interessano le pensioni di aprile e le indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili, andranno dal 26 marzo al 1° aprile 2021. Scaglioni, che come negli scorsi mesi, verranno decisi dall’iniziale della lettera del cognome.

La NASpI sarà accreditata, come per ogni mensilità, entro il giorno 15 del mese successivo di quello di competenza. Quindi, a partire dal 15 marzo verrà accreditata quella relativa al mese di febbraio. Solo in alcuni casi di grande disagio economico, qualche pagamento potrebbe arrivare anche entro il 10 dello stesso mese.

A proposito di NASpI, per una eventuale proroga bisognerà attendere l’esito del Decreto Sostegno. La settimana prossima verrà discusso e quando finalizzato, prenderà il posto del Decreto Ristori, con relative modifiche. Saà quindi il Governo a dirci l’ultima parola su questa proroga.

Leggi anche>>> Pensioni, i cedolini delle nuove trattenute INPS e dei versamenti

Leggi anche>>> Cashback, anche i furbetti hanno le loro ragioni: “1500 euro regalati non sono pochi”

INPS, altre forme di indennità che interessano marzo

Bonus 100 euro, ex Bonus Renzi: è l’integrazione del reddito che possono percepire solo determinate categorie di lavoratori. Questo è un bonus fiscale, che ad oggi non ha scadenze ed è una misura definitiva. Possono usufruirne, coloro che si possono dire titolari di reddito di lavoro dipendente e di redditi assimilati a quelli da lavoro dipendente.

Differente, è l’indennità 1000 euro, dove l’INPS sta sbloccando i pagamenti proprio in questi giorni. Per quanto riguarda Reddito di Cittadinanza e Pensione di Cittadinanza, le erogazioni saranno effettuate regolarmente. La ricarica di lunedì 15 marzo sarà compiuta per chi ha arretrati della prestazione, per percettori nuovi e per chi presenta domanda di rinnovo. Ricariche ordinarie del Reddito di Cittadinanza che invece, come ogni mese, vengono effettuate dal 27 del mese, che per quanto riguarda marzo potrebbero essere anticipate al 26 (il 27 è sabato).

Entro il 20 del mese, verrà poi erogato l’assegno di natalità. Per quanto riguarda il bonus bebè, gli importi saranno erogati in base al reddito e sono i seguenti:

ISEE pari o inferiore ai 7.000 euro, piena erogazione del bonus INPS: 1.920€ annui, cioè 160,00 € al mese; chi ha un ISEE superiore ai 7.000 €, ma che non supera i 40.000 € percepirà 1.440 € annui, cioè 120.00 € mensili. Con un ISEE superiore ai 40.000 €, spettano 960€ annui, cioè 80.00 € al mese.