In una tabaccheria del frusinate è andato in scena un maxi furto “Gratta e Vinci”. I malviventi hanno rubato inoltre l’incasso e altri oggetti di “valore”

furto gratta e vinci
Carabinieri (Fonte foto: web)

I ladri non dormono mai. Sono sempre alla ricerca di una nuova vittima da derubare. D’altronde la vita dei criminali si basa proprio sul “principio” di sottrarre qualcosa al prossimo per trarne beneficio e giovamento.

Una pratica che col passare degli anni non è mai stata del tutto accantonata. Certo i sistemi di sicurezza odierni rendono il loro compito decisamente più arduo, ma purtroppo periodicamente ci ritroviamo sempre a fare i conti con questi spiacevoli episodi.

La profonda crisi scaturita con l’avvento del covid per certi ha dato un nuovo slancio ai furfanti, che non pensano minimamente alle maggiori conseguenze che i loro gesti possono avere rispetto al passato.

LEGGI ANCHE >>> Maxi furto in sua assenza: gli svaligiano casa mentre è ricoverato in ospedale

LEGGI ANCHE >>> Tenta un furto in villa ma va male: i carabinieri lo aspettano sulla porta

Furto “Gratta e Vinci” tabaccheria di Arpino: la dinamica dell’accaduto

Una delle nuove frontiere delle rapine riguarda i “Gratta e Vinci”. Portare via tutti quelli custoditi all’interno di un esercizio commerciale, può rappresentare un’enorme fonte di guadagno visto che per il calcolo delle probabilità qualcuno più remunerativo all’interno di un mazzo di solito c’è sempre.

Un motivo che ha spinto dei delinquenti di Arpino (località situata in provincia di Frosinone) a mettere sottosopra una tabaccheria e ad appropriarsi dell’intero lotto di tagliandi. Hanno fatto irruzione con un coltello minacciando i titolari, a cui hanno sottratto inoltre l’incasso e le stecche di sigarette (che rivendute possono fruttare non pochi guadagni).

Fortunatamente però i carabinieri della zona hanno prontamente individuato gli autori del maxi furto e li hanno prontamente arrestati. Nonostante tutto quindi la vicenda si è conclusa nel migliore dei modi.