Banda del gas colpisce un altro supermercato: furto con esplosione all’Eurospin

Un gruppo di furfanti noti anche come banda del gas acetilene ha sferrato un altro colpo nell’hinterland romano. Vediamo dove e come hanno agito

Banda del gas
Fonte Instagram – @sefitalia

Non si ferma più la banda del gas che ha sferrato un altro colpo in un supermercato. Nella fattispecie i malviventi hanno preso di mira l’Eurospin di via Palombarese, a Marco Simone di Guidonia.

Al momento non sono ancora stati identificati. L’unica cosa certa è che hanno fatto esplodere la cassaforte e poi sono scappati con il denaro contenuto nella stessa. Per effetto di ciò non è stato possibile quantificare il bottino di cui si sono appropriati.

Il tutto è accaduto domenica 14 febbraio 2021 verso le 21:00. I furfanti hanno approfittato del giorno di festa e dell’orario serale e soprattutto del fatto che il quartiere dove è situato il supermercato è abbastanza isolato sulla Nomentana bis. 

Una volta sfondato il vetro il gruppetto di ladri si è diretto verso la cassa continua per poi attivare il gas acetilene nel tentativo di farla esplodere. Una volta compiuto il colpo si sono immediatamente dileguati.

LEGGI ANCHE >>> Ladri in casa: “Un grande spavento”, il dramma di una casalinga di 68 anni

LEGGI ANCHE >>> Supermercato, non trovate mai sale e zucchero? Ecco svelato il mistero

Banda del gas, i tentativi di furto delle ultime settimane

Le forze dell’ordine non hanno potuto altro che prendere coscienza dell’accaduto, ma grazie ai filmati delle telecamere di sicurezza sono riusciti a vedere tre persone vestite di scuro e coperte in volto.

Vista la tecnica utilizzata e anche le zone (tutte nell’area metropolitana della Capitale) non è da escludere che la banda del gas sia stata artefice anche di altri episodi analoghi accaduti di recente.

La notte del 1 febbraio 2021 hanno tentato addirittura due furti. Il primo al Penny Market di via del Poggio Verde al Corviale non è andato a buon fine visto che non sono riusciti a scardinare la cassaforte. Stessa sorte per il secondo avvenuto sempre un Eurospin, nella fattispecie quello di Via Naro a Pomezia.