Alcune vecchie sterline possono farci guadagnare cifre decisamente esorbitanti. Scopriamo quali sono e perché valgono così tanto

Sterline
Fonte Pixabay

I collezionisti di monete più accaniti vantano tra i loro cimeli non solo pezzi di grande fama a livello nazionale, ma anche e soprattutto esteri.

I veri appassionati di numismatica, conoscono bene certe dinamiche e sanno che alcune monetina piuttosto datate, come ad esempio le sterline possono avere un valore economico in grado di cambiare la qualità della vita di un individuo.

Dall’altra parte c’è chi magari scopre fortuitamente di avere una miniera d’oro e vuole cercare di ottenere il massimo possibile dalla vendita. In tal senso spiccano le edizioni particolari, come quella italiana dei 2 euro di Donatello. 

LEGGI ANCHE >>> Due euro che valgono oro: chi trova queste monete trova un tesoro

LEGGI ANCHE >>> Antiche monete romane: il loro valore vi sorprenderà

Sterline, ecco quali sono i pezzi pregiati che comportano grandi guadagni

Tornando alle sterline, sono particolarmente ricercate quelle soprannominate australiane. Sono completamente in oro e risalgono al 1920, anno in cui sono state coniate dalla zecca d’Australia. In totale in quel periodo sono state messe in circolazione circa 360mila esemplari.

Attualmente se tenuta in fior di conio può fruttare addirittura 250mila euro. Una somma in grado di far svoltare chiunque viva in condizioni di normalità. Si tratta però di un compito arduo visto che secondo quanto risaputo sarebbero in circolazione solo 5 pezzi. Per riconoscerla non basta altro che controllare se c’è la S di Sidney su uno dei due lati.

Incredibile no? Magari chi vive nel Regno Unito o ci ha passato un certo periodo di tempo potrebbe esserne entrato in possesso senza mai averci fatto caso. D’altronde certi dettagli sono noti solo a chi vive questo mondo a 360°. Insomma, un po’ come un jackpot, quindi praticamente impossibile, ma chissà magari a volte la fortuna può dare una grossa mano.