Alcune monete in euro possono comportare degli enormi guadagni. Scopriamo quali sono e perché il loro valoro può toccare cifre esorbitanti 

Euro
Fonte Pixabay

La numismatica è probabilmente uno degli ambiti collezionisti con più variabili e in grado di regalare degli inaspettati colpi di scena.

Oltre alla rarità e al fatto che quel determinato pezzo sia ormai fuori circolazione, a rendere più “valorose” alcune monete sono gli errori commessi in sede di coniazione. Un caso eclatante in tal senso è quello delle 500 lire del 1957, quelle con le vele sbagliate rispetto alla direzione delle bandiere.

LEGGI ANCHE >>> Quali mille lire oggi valgono più di 1000 euro? Il tesoro del 1979

LEGGI ANCHE >>> Alcune Lire rare valgono oltre 6mila euro: quali ti possono far svoltare

Euro: le monetine dal valore da capogiro

Passando all’attuale moneta e a delle coniazioni decisamente meno datate, ha fatto scalpore la vendita su E-bay di una moneta del 2007 dal valore nominale 2 euro venduta addirittura a 39mila euro. 

A far schizzare alle stelle il prezzo della moneta è l’evidente errore di conio nella cornice di stelle che circonda il ritratto di Alberto II del Belgio. Ma non è il solo elemento che ha contribuito a renderla una “moneta d’oro”. Infatti dal 2014 il volto di Alberto II è stato sostituito da Filippo divenuto re nel 2013 in seguito all’abdicazione del padre per raggiunti limiti d’età.

Per quanto riguarda il Bel Paese alcune monetine da 1 centesimo sono state coniate con su la Mole Antonelliana anziché il regolamentare Castel del Monte. Un doppio errore visto che il celebre simbolo di Torino è raffigurato sulle monetine da 2 centesimi. 

Incredibile ma vero anche i tedeschi hanno commesso un grave errore di conio in passato. Nel 2007 hanno ideato la moneta da 2 euro senza tener conto dell’ingresso di nuovi stati nell’Unione Europea. Il valore di questa “specie rara” è di 50 euro. Nulla di eclatante, ma sicuramente meglio di niente.

Restando all’estero alcuni “esemplari” valgono molti in virtù della loro tiratura limitata. Si pensi alla moneta commemorativa raffigurante la Principessa Grace emessa in circa 20mila pezzi dalla zecca del Principato di Montecarlo nel 2007.