Il Concorso Ministero della Giustizia è una ghiotta opportunità di lavoro a tempo indeterminato per laureati in giurisprudenza e dei settori affini

Concorso ministero della giustizia
Fonte Facebook – Concorsando.it

Tra i concorsi più interessanti indetti in quest’ultimo periodo c’è senz’altro quello del Ministero della Giustizia. Sono previste 150 assunzioni di Funzionari Giudiziari a tempo indeterminato, area funzionale terza, fascia economica F1.

Naturalmente per poter partecipare alla prova di selezione è necessario avere dei prerequisiti. Andiamo a scoprirli insieme, vedendo anche i termini entro la quale bisogna presentare la domanda.

LEGGI ANCHE >>> Concorso Guardia Forestale in Sicilia: bando entro la fine del 2020

Concorso Ministero della Giustizia: requisiti e come candidarsi

Per poter concorrere bisogna essere cittadini italiani maggiorenni e aver conseguito una laurea in questi ambiti: Scienze dei servizi giuridici, Scienze dell’economia, Scienze politiche, Giurisprudenza, Economia e commercio e Relazioni Internazionali. Sono validi i titoli di studio affini ai suddetti indirizzi universitari. Per maggiori info a riguardo è bene consultare dettagliatamente il bando.

Tra le altre caratteristiche richieste ci sono inoltre l’idoneità fisica all’impiego, godimento dei diritti civili e politici, non essere stati destituiti dall’impiego presso una pubblica amministrazione, non aver avuto condanne penali e posizione in regola con gli obblighi di leva (per le fasce d’età che avevano l’obbligo). 

Per quanto riguarda i requisiti specifici, bisogna aver prestato servizio nell’amministrazione giudiziaria per almeno 3 anni senza demerito e aver svolto funzioni di magistrato onorario per almeno 5 anni senza aver riportato sanzioni. Non è tutto. Può costituire un surplus aver svolto minimo 5 anni di attività di docenza in materie giuridiche in scuole superiori, essere iscritti all’albo della degli avvocati per almeno 5 anni consecutivi o aver prestato almeno 5 anni di servizio in polizia nel ruolo di ispettori.

C’è tempo fino al 27 dicembre per inviare la propria candidatura alla pagina online del Ministero dedicata ai concorsi. La scrematura prevede una prova orale e una valutazione dei titoli. Buona fortuna ai partecipanti.

LEGGI ANCHE >>> Concorsi pubblici: le principali selezioni in programma 2021