Addio patente se si commette un banale errore in autostrada: il Cds non perdona

Sospensione della patente e sanzione economica se non si rispetta una semplice regola in autostrada. Scopriamo le direttive del Codice della Strada.

Le infrazioni previste dal CdS sono numerose e commetterle inconsapevolmente è fin troppo semplice.

patente sospesa
Adobe Stock

L’obiettivo del Codice della Strada è garantire la sicurezza nelle strade. Le regole previste servono, infatti, per tutelare sia gli automobilisti che i motociclisti, gli autotrasportatori e i pedoni. Una lunga lista di direttive, alcune più note – come non passare con il semaforo rosso, rispettare i limiti di velocità – e altre ignote alla maggior parte degli interessati – non si può guidare con un braccio fuori da finestrino. Il Codice della Strada disciplina la guida in città ma anche in autostrada e ogni nazione ha le sue regole, alcune anche “particolari”. Una stessa direttiva, per esempio, può essere interpretata in modo differente a seconda del Paese in cui ci si trova come avviene per la distanza di sicurezza.

Patente sospesa e sanzione per chi non rispetta la distanza di sicurezza

Nelle strade mantenere la giusta distanza di sicurezza è fondamentale per non rischiare incidenti. Soprattutto sul bagnato il tempo di frenata si allunga e stare incollati alla macchina davanti può rivelarsi fatale. In alcuni Paesi l’infrazione scatta solo nel momento in cui si verificano sinistri. In altri la violazione del rispetto della distanza di sicurezza viene sanzionata non appena non si rispetta il limite.

La multa immediata viene erogata in Germania, nazione a noi vicina e meta di tanti turisti. E non si tratta solamente di una sanzione pecuniaria ma di conseguenze ben più gravi come la sospensione della patente.

Le conseguenze dell’infrazione

Si parte con una multa di importo compreso tra 160 e 400 euro con l’importo definito dalla velocità del veicolo, dai pericoli del tragitto e dalla valutazione dei possibili danni. Il Sito Federale delle multe della Germania sottolinea come la distanza minima tra due mezzi a binario singolo deve essere di un metro e mezzo. Per i veicoli a doppio binario di un metro e per gli autobus di due metri.

Se l’infrazione è lieve la multa sarà di 160 euro e sarà applicata la decurtazione di due punti con sospensione della patente per due mesi qualora la velocità risultasse superiore a 100 km/h. La cifra salirà fino a 240 euro con velocità superiore a 130 km/h. Sarà la Polizia stradale a verificare il rispetto della direttiva grazie ad un sistema di telecamere installato in autostrada.

Impostazioni privacy