Bonus infissi, le agevolazioni per risparmiare tanti soldi: lo sapevate?

Il Bonus infissi consentirà di cambiare le finestre di casa senza spendere una fortuna. Scopriamo come richiedere l’agevolazione.

La sostituzione degli infissi rientra tra gli interventi ammessi in diversi bonus edilizi. Risparmiando si potranno cambiare finestre, persiane, lucernari e tapparelle.

Bonus infissi
Adobe Stock

Gli sgravi fiscali sono un’ottima opportunità per risparmiare molti soldi. Interventi di manutenzione straordinaria come la sostituzione degli infissi comportano, infatti, costi onerosi. Migliaia di euro che le famiglie non hanno a disposizione per eseguire un lavoro che nel corso degli anni occorrerà sicuramente effettuare. La manutenzione della casa, è risaputo, costa caro ma fortunatamente ci sono diverse agevolazioni che consentono una ristrutturazione all’insegna del risparmio. Condizione necessaria è puntare alla riqualificazione del proprio immobile. Migliorando le prestazioni energetiche si potrà inserire la sostituzione degli infissi tra gli interventi ammessi a diversi Bonus ossia l’Ecobonus, il Bonus Ristrutturazione e il Superbonus 110%. Queste le tre occasioni che raccolgono il nostro Bonus infissi.

Bonus infissi, occasione di risparmio con l’Ecobonus

L’Ecobonus è la prima agevolazione da considerare volendo cambiare gli infissi della propria abitazione. Prevede una detrazione del 50% ma solo se si tratta di una sostituzione. Le nuove installazioni, infatti, non rientrano nella misura. Inoltre, la nuova finestra (o persiana o serranda..) deve intervenire sull’efficienza termica della casa.

Condizione necessaria, poi, è che le parti sostituite delimitino un volume riscaldato verso l’interno o verso ambienti non riscaldati e rispettino i limiti di trasmittanza termica U previsti dalla fascia climatica della zone di residenza. Il limite massimo di spesa è di 60 mila euro ad unità immobiliare. La domanda può essere inoltrata fino al 31 dicembre 2024 e entro i 90 giorni dal termine dei lavori occorrerà inviare all’ENEA la scheda descrittiva dell’intervento.

Cambiare le finestre durante la ristrutturazione

Il Bonus ristrutturazione permette di detrarre al 50% le spese di sostituzione degli infissi. Anche in questo caso l’agevolazione rimarrà attiva fino a fine 2024. Il limite massimo di spesa è di 96 mila euro e la detrazione verrà ripartita in 10 quote annuali di pari importi. Condizione necessaria di accesso è far rientrare l’intervento tra le misure straordinarie, restauro e risanamento conservativo oppure di ristrutturazione edilizia.

Sostituzioni infissi con il Superbonus 110%

Con il Superbonus il risparmio è massimo. Si potranno cambiare finestre, persiane, serramenti, lucernari a costo zero a condizione che risultino come interventi trainati associati ad uno o più lavori trainanti. Sono considerati trainanti, per esempio, la sostituzione degli impianti di climatizzazione, l’isolamento termico di pareti e superfici per i risparmio energetico e la coibentazione del tetto dell’abitazione.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Per usufruire della detrazione del 110% occorrerà effettuare gli interventi entro il 31 dicembre 2023. Nel 2024 la percentuale scenderà al 70% e nel 2025 al 65%. Per concludere citiamo un altro requisito fondamentale. L’avanzamento di minimo due classi energetiche.