Pannelli solari da balcone: la reale convenienza di un impianto domestico

I pannelli solari da balcone rappresentano realmente una possibilità di risparmio per i contribuenti? Scopriamo nei dettagli le tipologie, i costi e la quantità di energia prodotta.

Chi desidera diminuire i costi in bolletta deve seriamente valutare la possibilità di installare i pannelli solari da balcone.

pannelli solari da balcone
Adobe Stock

I cittadini stanno agendo in autonomia per cercare di risparmiare sui costi dell’energia elettrica e del gas. Gli aiuti del Governo non sempre sono sufficienti per ammortizzare le spese e la paura di un inverno senza gas a causa della guerra in Ucraina spaventa i contribuenti. Da qui la decisione di focalizzare l’attenzione sul fotovoltaico che sfrutta la luce solare per produrre energia. Tante persone pensano che sia necessario un giardino o un grande tetto per installare dei pannelli solari ma in realtà è sufficiente un balcone. Naturalmente il minor numero di pannelli comporterà una minore produzione di elettricità ma sarà comunque sufficiente per garantire un consistente risparmio in bolletta?

Pannelli solari da balcone, esploriamo un nuovo mondo

I pannelli solari richiedono una semplice installazione, l’attacco ad una presa protetta da interruttore e nessun accesso al contatore elettrico. Solo la soluzione di risparmio migliore per i privati che hanno a disposizione solo un balcone per installare il proprio impianto fotovoltaico.

Sul mercato si trovano due differenti tipologie di pannelli realizzati in silicio cristallino, i monocristallini e i policristallini. I primi sono costituiti da un singolo cristallo di silicio e sono riconoscibili dal caratteristico colore blu scuro uniforme. I secondi, invece, sono costituiti da un mosaico di cristalli di silicio che donano diverse sfumature di blu ai pannelli. La vera diversità, però, sta nell’efficienza. I monocristallini garantiscono una migliore efficienza rispetto ai policristallini, fino al 24% rispetto al 18%, e costano la stessa cifra.

Costi di un impianto fotovoltaico

I costi dei pannelli differiscono per diverse variabili. La marca, la potenza, gli inverter utilizzati, la tipologia di progetto (autoconsumo o vendita totale), il tipo di coperture, il contatore monofase o trifase sono gli elementi che influiranno sulla spesa totale da affrontare. In media si stima un costo tra i 1.200 euro e i 2.400 euro per l’installazione (con i Bonus dedicati si potrà risparmiare sulla spesa iniziale). La manutenzione, invece, richiederà il pagamento di una polizza annuale e nulla più dato che una volta installati i pannelli funzionano in autonomia e hanno una garanzia di 30 anni.

In caso di autoconsumo non è necessaria l’aggiunta di una batteria ma potrebbe essere utile per aumentare la produzione. I costi, però, sono eccessivi. Si parla di 3 mila euro per una batteria al litio da 3 kW che dura una notte e una mattina per alimentare frigorifero, luce, internet. Inoltre, se un pannello solare dura dai 30 ai 40 anni, una batteria dura dai 7 ai 10 anni.

Servono permessi per installare i pannelli solari da balcone?

Per quanto riguarda i permessi da richiedere per l’installazione di pannelli solari da balcone c’è un’ottima notizia. La nuova regolamentazione dell’edilizia libera stabilisce che il fotovoltaico rientra tra gli interventi che non necessitano di permessi o autorizzazioni da parte del Comune.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base