L’ultima frontiera è il finto accredito: cosi vi rubano tutti i risparmi

Tempi duri per i cittadini italiani e non solo per loro. In più oltre alla crisi ci si mette il rischio concreto del web.

Il nostro presente, tempestato dai venti impietosi di crisi ci mette quotidianamente di fronte a rischi che qualche anno fa nemmeno avremmo mai considerato. Al centro di tutto, nella stragrande maggioranza dei casi, c’è la rete. Lì, in quel mondo parallelo e capace di metterci di fronte a qualsiasi possibile dinamica cova un universo nascosto di malintenzionati pronti ad approfittare del prossimo.

truffa mail inps 2022
Foto © AdobeStock

Milioni di italiani sono insomma a rischio, serio rischio. In questo periodo, poi, con il sopraggiungere delle vacanze, aumenta il rischio di essere raggirati. Chiaramente il web non è l’unico contesto ad essere interessato, ma è li che avviene la maggior parte dei raggiri. Tecniche ormai collaudate fanno in modo che le vittime designate vengano approcciate sempre allo stesso modo ed alla fine condotte li dove il malintenzionato di turno ha intenzione di portarle.

La tecnica, cosi come detto, nella stragrande maggioranza dei casi consiste nell’inviare ad un numero molto vasto di persone un messaggio contenente un testo incredibilmente accattivante. Uno di quei contenuti capaci di tenere l’utente, dall’altro lato dello schermo letteralmente incollato ad esso. Un premio da ritirare, un sondaggio con relativo premio da effettuare, buoni sconto fasulli ed in più, la classica problematica di natura finanziaria, con il conto corrente della vittima puntualmente in pericolo.

Come anticipato però ultimamente non si parla di più di truffa esclusivamente sul web. Nell’ultimo periodo infatti milioni di cittadini sono stati coinvolti in un particolare tipo di raggiro. Il tutto si svolge al telefono e vede coinvolto un finto operatore bancario. Quello che si chiede alla vittima prescelta spesso appare talmente surreale che basta ascoltare tali richieste per capire subito che si tratta di una potenziale truffa. Purtroppo però questo non avviene sempre.

L’ultima frontiera è il finto accredito: ecco come provano a strapparci via tutti i soldi

In questo specifico caso, insomma, il cittadino individuato riceverà una telefonata in cui gli verrà spiegato di aver ricevuto per errore una somma di denaro molto consistente. Di conseguenza sarà chiesto alla persona in questione di collegarsi al proprio Home Banking per trasferire il prima possibile quella somma ricevuta per errore su uno specifico conto corrente. L’operatore seguirà passo dopo passo le operazioni indicate alla vittima di turno.

A quel punto dovrebbe esserci la percezione di essere stati truffati. Troppo segnali ben precisi che fanno capire che una dinamica del genere non può di certo essere considerata sana. Le vittime potrebbero, al fine di smascherare i malintenzionati, porre qualche domanda in più, considerato che spesso questi non specificano nemmeno l’istituto di credito per il quale lavorano. Paradossalmente la vittima potrebbe non essere correntista della banca eventualmente citata.

Altra utile mossa potrebbe essere quella di contattare il prima possibile proprio l’istituto bancario presso il quale si aperto un conto corrente. In quel caso si avrebbe la certezza di essere al centro di un tentativo di truffa. Tutto insomma ad un certo punto lascia presagire un vero e proprio tentativo di raggiro. Cosi come anticipato basterebbe maggiore attenzione ed una sorta di spiccata criticità verso ciò che all’improvviso sta accadendo.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Certe situazioni, negli tempi risultano essere purtroppo più frequenti che mai. Le vittime sembrano sempre più disponibili all’approccio, capaci di lasciarsi abbindolare da qualsiasi oratore fornito di un eloquio spesso nemmeno tanto professionale. Il rischio di perdere tutti i propri soldi, la paura profonda che ciò accada può alla fine far accadere proprio ciò che si teme. Può sembrare paradossale ma la verità è questa. Il rischio è più vivo e presente che mai.