Supermercati prossimi alla chiusura: Conad e Carrefour, che scherzo è questo?

Note catene di supermercati hanno deciso di chiudere i battenti in diverse regioni. Le conseguenze di tale decisione si ripercuotono su dipendenti e consumatori.

Pronto l’addio per diversi punti vendita Conad, Tuodì e Carrefour. Licenziamenti al via mentre i consumatori si ritrovano a cambiare abitudini rinunciando al consueto risparmio.

catene supermercati Conad
Adobe Stock

Una chiusura che lascia perplessi i cittadini e i dipendenti di alcune delle più note catene di supermercati ma la scelta è, ormai, stata presa. La crisi generale colpisce non solo piccole imprese ma anche grandi realtà che possono contare su una clientela numerosa. Nelle città si notano sempre più chiusure di attività di vario genere. Negozi che aprono per poi interrompere la vendita pochi mesi dopo, esercenti che faticano ad arrivare a fine mese per le poche entrate di cui dispongono ma quando si tratta di note catene di supermercati si fa fatica a comprendere la decisione presa sulla chiusura di numerosi punti vendita. Il disagio non è solamente per i consumatori abituati a fare la spesa al Conad, Tuodì o Carrefour della propria zona di residenza ma soprattutto per i lavoratori dipendenti che all’improvviso si ritrovano senza un’occupazione.

Catene di supermercati in chiusura, cosa sta accadendo al Conad e Tuodì

Conad è tra i marchi preferiti degli italiani. Le promozioni e la qualità dei prodotti offerti spinge i consumatori tra i corridoi dei punti vendita alla ricerca della spesa del risparmio. Poter contare su sconti importanti portando in tavola cibi di qualità è fondamentale in un periodo di rincari in cui riempiere il carrello fa svuotare il portafoglio. Eppure, il punto vendita di Cognento in provincia di Modena chiuderà per essere sostituito dall’outlet Intima Moda.

Stesso discorso per Tuodì e la scelta di abbassare le serrande nel Lazio. Due punti vendita si svuoteranno lasciando 12 dipendenti disoccupati e 49 a rischio. L’iter prevede che venga avviato il licenziamento collettivo per le sedi a Roma di Piazza Pio XI numero 20 e via Fonteiana 59/73 con il coinvolgimento di 25 dipendenti più altri 24 lavoratori impiegati presso i punti vendita siti in via Casalina e Montecompatri.

Carrefour, quale punto vendita chiuderà

Carrefour ha predisposto la chiusura del punto vendita di Frosinone “Le Sorgenti”. L’azienda è da 14 anni impegnata a proporre ai clienti qualità, prezzi convenienti e locali accoglienti per garantire un’esperienza completa. Il progetto ambizioso non manca, la crescita e l’innovazione sono sempre stati i punti cardini della società – queste le parole che si leggono sul portale ufficiale – ma ad oggi la scelta è stata presa e un punto vendita verrà chiuso.

Le decisioni prese da Conad, Tuodì e Carrefour sono segnali che non devono essere sottovalutati oppure risulteranno essere una goccia in un oceano? Solo il tempo permetterà di rispondere a questa domanda, per il momento assisteremo al sipario che cala su realtà considerate solide e affidabili.