Bonus 200 euro, a chi spetta in automatico e chi dovrà farne richiesta: ecco come ottenerlo

Bonus 200 euro, chi lo riceverà automaticamente e chi invece dovrà fare apposita richiesta? Ecco come funziona e cosa c’è da aspettarsi.

In tanti sono in attesa del bonus 200 euro una tantum messo a disposizione dal governo. A chi spetta in automatico e chi dovrà farne invece richiesta? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

bonus 200 euro richiesta o automatico
Fonte: Pixabay

Anche nel corso del 2022, purtroppo, ci ritroviamo a dover fare i conti con una situazione economica non delle migliori. Da più di due anni il Covid ha un impatto non indifferente sulle nostre tasche. Se tutto questo non bastasse, a destare preoccupazione è l’aumento generale dei prezzi con rincari fino al 43% che contribuisce a ridurre il nostro potere di acquisto.

Da qui la decisione del governo a guida Draghi di attuare delle misure ad hoc, come ad esempio il tanto atteso bonus da 200 euro una tantum. Previsto con il decreto Aiuti, bisogna sapere che mentre molti lo riceveranno in automatico, altri dovranno farne apposita richiesta. Ma come funziona? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Bonus 200 euro, a chi spetta in automatico e chi dovrà farne richiesta: tutto quello che c’è da sapere

Come già detto, mentre per alcuni il bonus da 200 euro verrà erogato automaticamente. Altri dovranno invece provvedere a presentare apposita richiesta. Ebbene, entrando nei dettagli bisogna sapere che tale misura una tantum verrà erogata automaticamente il prossimo mese di luglio ai lavoratori dipendenti che troveranno il relativo accredito in busta paga.

Il bonus verrà riconosciuto in modo automatico, sempre il prossimo luglio, anche ai percettori del reddito di cittadinanza e disoccupati. Buone notizie anche per i pensionati che potranno beneficiare del bonus 200 euro e che vedranno figurare tale incentivo sul cedolino di luglio. In tutti i casi, è bene sottolineare, tale misura è destinata ai soggetti con redditi al di sotto di 35 mila euro.

Bonus 200 euro, chi dovrà farne richiesta: ecco come funziona

Tutti gli altri soggetti interessati e aventi diritto, invece, dovranno provvedere ad inviare apposita richiesta all’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. Per quanto concerne i lavoratori autonomi, ad esempio, verrà istituito un fondo ad hoc del valore di 500 milioni di euro con i dettagli che verranno resi noti con un nuovo provvedimento.

Ma non solo, tra coloro che dovranno presentare apposita domanda, inoltre, si annoverano anche i lavoratori domestici, stagionali e i titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, ovvero co.co.co con contratto attivo alla data di entrata in vigore del decreto.