Bonus per lavoratori e studenti che viaggiano: quanto vale e come richiederlo

Pronto il finanziamento di 100 milioni di euro per un Bonus dedicato ai lavoratori e agli studenti che si spostano quotidianamente con autobus, metropolitana e tram.

Scopriamo l’importo e i requisiti di accesso ad una nuova misura rivolta ai lavoratori e agli studenti che viaggiano ogni giorno per raggiungere il posto di lavoro o la scuola.

bonus 60 euro
Adobe Stock

Riuscire a coprire con gli aiuti del Governo le spese quotidiane e mensili è un’opportunità da non sottovalutare in un periodo di rincari. Le misure attivate per supportare i cittadini – specialmente la fascia dal reddito non elevato – sono molteplici e di diversa natura. La maggior parte degli interventi sono contenuti nel Decreto aiuti (ricordiamo il ben noto Bonus 200 euro in arrivo per il mese di luglio e il taglio delle accise per arginare i rincari del carburante), un provvedimento pubblicato all’inizio del mese di maggio per offrire un sollievo economico a tante famiglie e imprese. Tra sorrisi, dubbi e insoddisfazioni troviamo nella lista delle prestazioni da richiedere il Bonus per lavoratori e studenti viaggiatori. Approfondiamo la misura conoscendo meglio i dettagli noti.

Bonus per lavoratori e studenti, importo e requisiti

Il Ministero del Lavoro erogherà un Bonus del valore di 60 euro a lavoratori e studenti per acquistare abbonamenti della metro, bus e tram e, in generale, di tutto il trasporto pubblico locale, regionale e interregionale. Ad oggi la misura è pura idea in quanto manca ancora il Decreto attuativo che dovrà essere pubblicato nei prossimi 60 giorni. La possibilità di richiedere i 60 euro, dunque, è rimandata alla data di pubblicazione – non ancora nota – e si avrà tempo fino al 31 dicembre 2022.

Oltre gli abbonamento per il trasporto pubblico, la somma potrà essere spesa per abbonamenti ai servizi del trasporto ferroviario nazionale. I 60 euro si riferiscono all’importo massimo di spesa coperto dal buono. Qualora il costo risultasse inferiore, la misura coprirebbe il 100% dell’importo speso.

Beneficiari della misura

Come accennato il Bonus si rivolge a lavoratori e studenti che si spostano con mezzi pubblici. Il testo bozza riporta, poi, come beneficiari le persone fisiche con reddito conseguito nel 2021 inferiore a 35 mila euro restringendo la platea dei destinatari. In più, il buono sarà nominativo e non potrà, dunque, essere ceduto a terzi e sarà utilizzabile unicamente per l’acquisto di un solo abbonamento. Un ultimo dettaglio, l’importo erogato non rientrerà nel reddito imponibile del richiedente e dunque non concorrerà al calcolo dell’ISEE.