Poste italiane, occhio alle novità: addio a questo buono fruttifero, cosa sta succedendo

Occhio alle novità in arrivo da Poste italiane! Si è di recente assistito, infatti, all’addio a questo buono fruttifero postale. Ecco cosa sta succedendo.

Tra gli strumenti più amati e utilizzati dagli italiani, è bene prestare attenzione alle novità inerenti i buoni fruttiferi postali. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

buono fruttifero postale ritirato
Foto © AdobeStock

I soldi non sono garanzia di felicità ma si rivelano essere senz’ombra di dubbio utili in diversi circostanze. A partire dalla spesa settimanale, passando per le piccole esigenze quotidiane, fino ad arrivare alle bollette, in effetti, sono davvero tante le volte in cui ci ritroviamo a dover mettere mano al portafoglio. Proprio per questo motivo non stupisce che siano in tanti a volgere un occhio di riguardo al mondo del risparmio.

A tal proposito abbiamo già visto che Poste Italiane ha di recente messo a disposizione un nuovo buono fruttifero in grado di offrire rendimenti più alti del solito. Sempre in tale ambito, inoltre, interesserà sapere che si è di  recente assistito all’addio a questo buono fruttifero postale. Ma di quale si tratta? Entriamo quindi nei dettagli per vedere cosa sta succedendo e tutto quello che c’è da sapere in merito.

Poste italiane, addio a questo buono fruttifero: ecco tutto quello che c’è da sapere

I buoni fruttiferi postali sono uno degli strumenti di risparmio più amati e utilizzati dagli italiani. A tal proposito abbiamo già visto come sia fondamentale prestare attenzione alle condizioni riportate sul retro, in modo tale da evitare di incorrere in spiacevoli inconvenienti. Sempre in tale ambito, inoltre, è bene prestare attenzione anche alle novità.

Se da un lato, come già detto, Poste Italiane ha di recente deciso di emettere un nuovo titolo, infatti, dall’altro canto si assiste al ritiro dal mercato di uno vecchio. Ma di quale si tratta? Ebbene, a partire dallo scorso 15 aprile 2022 non viene più emesso il buono Obiettivo 65. Come si evince da un apposito avviso pubblicato sul sito della Cassa Depositi e Prestiti, infatti:

Ai sensi del decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 6 ottobre 2004, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica n.241 del 13 ottobre 2004, successivamente modificato e integrato, la Cassa Depositi e Prestiti società per azioni (CDP S.p.A.) rende noto che, a decorrere dal 15 aprile 2022, non sono più sottoscrivibili i buoni fruttiferi postali denominati “Buono Obiettivo 65” contraddistinti con la sigla “BO165A201118″”.